Benevento, individuato l’uomo morto abbandonato sabato notte nei pressi del Rummo

66

Una società senza regole, che scambia il bene con il male, le cose giuste con quelle sbagliate. Quello accaduto questo weekend a Benevento, in un parcheggio di Pacevecchia, fa ancora una volta riflettere. In questo mondo che va sempre a mille all’ora, il tragico episodio manifesta la necessità di fermarsi per riflettere su tutto ciò che ci circonda, per capire meglio ciò che accade intorno a noi.

Era la notte tra il 15 e il 16 Febbraio, e veniva trovato, poco prima di mezzanotte, il cadavere di un uomo in una piazzola, utilizzata per la sosta,  di fronte all’ingresso del pronto soccorso del Rummo. L’uomo non era stato ancora identificato non avendo con sé i documenti. A lanciare l’allarme un passante. Sul corpo c’erano due coperte e non c’erano segni di violenza.

Dopo i dovuti accertamenti del caso, è emerso che ad abbandonare Mario C., 84 anni, in quella piazzola di sosta era stata la sua badante, una donna di 64 anni della provincia di Salerno. Gli investigatori, estrapolando le immagini delle telecamere, hanno individuato una Volkswagen Lupo che alle 19:31 circa, parcheggia nelle strisce blu di via Pacevecchia. Nelle immagini si vede che il conducente rimane nell’abitacolo. Alle 19:51, quando un’automobile vicina, si capisce meglio la situazione: le telecamere catturano una persona che prende qualcosa dalla vettura e la mette a terra, per coprire qualcosa che è già sulla strada. Subito dopo, la persona risale in auto e dopo circa venti minuti si allontana.