Benevento, la campagna per la raccolta differenziata che richiama il fascismo

84

BENEVENTO – Il comune di Benevento, in accordo con l’Asia, l’azienda che si occupa dei rifiuti nel capoluogo sannita, ha dato il via ad una campagna di informazione e di sensibilizzazione sull’importanza della raccolta differenziata.

Così in città sono stati affissi numerosi manifestati che invitano i cittadini a differenziare i rifiuti.

A Benevento, lo slogan scelto per invitare i cittadini a procedere alla raccolta differenziata, è uno dei più famosi motti del ventennio: “Me Ne Frego”.

La slogan venne coniato da un gruppo militate noto come ‘Arditi’ durante la prima guerra mondiale e l’impresa di Fiume e legata – secondo la retorica del Ventennio – all’abnegazione di un soldato ferito, che ciononostante continuò a servire la patria.

In realtà non vi è nessuna apologia del fascismo nella campagna informativa del comune e dell’Asia, tutt’altro. In effetti, ad accompagnare la figura del gerarca fascista, interpretato da Totò in “Totò diabolicus”, appare la scritta “Già una volta non ha funzionato….Differenziati”.