Benevento, l’ex sindaco Pepe: Mastella benificia del lavoro della ex amministrazione

100

BENEVENTO – L’ex sindaco di Benevento Fausto Pepe, attraverso una nota stampa, ha voluto sottolineare al neo primo cittadino del capoluogo sannita, Clemente Mastella, che le inaugurazioni di questi giorni sono frutto della sua amministrazione.

“È presto per giudicare l’operato del nuovo sindaco – ha affermato Pepe – e della sua giunta, recentemente nominata. A lui e alla sua squadra va il mio augurio di buon lavoro nel solo interesse di Benevento. In queste primissime settimane da sindaco, Clemente Mastella, sta beneficiando del lavoro svolto dalla vecchia amministrazione, da lui tanto vituperata in campagna elettorale.

Inaugura il call-center di Gesesa – ha continuato la nota l’ex sindaco di Benevento Pepe – di cui non conosceva nemmeno l’esistenza. Progettato mesi fa per offrire ai cittadini beneventani sempre maggiori e migliori servizi, utile ad incrementare l’efficienza della società attraverso un canale diretto con gli utenti, sarebbe servito anche a rafforzare il progetto della società beneventana, rendendola più competitiva rispetto all’Alto Calore servizi di Avellino in previsione della prossima fusione tra le due società con la nascita di un unico soggetto che possa gestire il bacino idrico delle due province e avere sede a Benevento, lungo il Viale Principe di Napoli, nella ex scuola Moscati. Stessi apprezzamenti di operatività, il neo-sindaco, li ha rivolti anche alla società che gestisce lo smaltimento dei rifiuti, l’ASIA, per l’efficienza con la quale tiene pulita la nostra città, al netto della forte inefficacia verificata durante il periodo di campagna elettorale. Stessa ditta del verde, stesso CDA, stesso affidamento del servizio. Ma forse può capitare! Invero almeno a seguito visita al comando di Polizia Municipale sarebbe stato buon costume apprezzare l’operato di chi ha voluto dotare la stazione locale di una nuova sede e di nuovo centro operativo, rafforzando l’azione del corpo con l’acquisto di nuove autovetture. Questi piccoli esempi, con cui il neosindaco Mastella si è confrontato in questi primi giorni di guida dell’ente, gli danno la misura dell’impegno e dell’operato del governo del centrosinistra da me guidato.

I nastri che dovrà tagliare – ha concluso Pepe -, metaforicamente e non solo, di qui a poco di opere la cui paternità non gli appartiene saranno non pochi. Le valutazioni sul suo lavoro saranno possibili quando si inizierà a rendere visibile, con atti amministrativi, l’impianto progettuale e di proposte con le quali Mastella intende occuparsi della città. Fino a quel momento l’auspicio è che saprà e vorrà valorizzare quanto di valido fatto da chi lo ha preceduto, e non solo provare a fregiarsene pubblicamente in maniera indebita. Un atto di rispetto istituzionale non è mai un di più.”