Benevento.”Disoccupati Organizzati” e Amministrazione Comunale, primi segnali di avvicinamento

121

 

BENEVENTO- Si è svolto positivamente l’incontro a Palazzo Mosti, tra il sindaco Fausto Pepe e la delegazione dei Disoccupati Organizzati. Nell’aula consiliare, alla presenza dell’amministrazione comunale, c’è stato un primo avvicinamento tra quelle che sono le richieste dei disoccupati sanniti, presentate con dei programmi rivendicativi, e il sindaco che si è detto disponibile ad ascoltare le proposte e a intervenire per concretizzarle.

Due le richieste che, secondo i disoccupati, sono le più importanti: la casa e il lavoro, riassunte in un documento di nove punti programmatici. Durante il colloquio, al quale erano presenti anche l’Assessore ai Lavori Pubblici, Cosimo Lepore e quello alla Politiche Sociali, Emilia Maccauro, si è discusso degli impegni che il Comune dovrebbe portare a termine per permettere il reintegro dei disoccupati nel mondo del lavoro.

Soddisfatti i rappresentanti del comitato dei Disoccupati Organizzati, lo si evince dalle considerazioni fatte dopo l’incontro da Pasquale Basile, uno dei membri della delegazione: “Rispetto ai punti presentati, è stato preso un serio impegno, ma soprattutto, è stata fissata un’agenda di lavoro. Tra dieci giorni ci incontreremo per fare il punto sulla situazione”. Il sindaco Pepe, si è detto disponibile anche ad accettare le proposte dei disoccupati in merito alla tariffe sociali per i servizi e il trasporto pubblico, Tares e acqua; inoltre, ha dato la sua disponibilità a contattare personalmente, nei prossimi giorni, il prefetto del capoluogo sannita, Ennio Blasco, per organizzare un tavolo di crisi che possa valutare e monitorare costantemente, la condizione del patrimonio abitativo pubblico.

L’obiettivo dovrebbe essere quello di controllare se le abitazioni Iacp, attualmente assegnate, siano state destinate a famiglie in possesso dei requisiti necessari e cercare di tenere sotto controllo gli sfratti sulle proprietà comunali.