Budoni-Avellino la porta via il vento: gara rinviata

59

La gara tra Budoni ed Avellino non finisce, semplicemente perché non è neanche mai cominciata. L’eccessiva forza del vento è stata la causa che ha indotto l’arbitro Piazzini della sezione di Prato a rinviare la gara a data da destinarsi. Esclusa ogni minima possibilità di giocare domani, complice anche l’imminente turno infrasettimanale che vedrà l’Avellino affrontare la Lupa Roma al “Partenio”.

Qualche sopralluogo del direttore di gara è stato sufficiente per capire che questa partita, almeno per oggi, non s’ha da fare. Uno di questi è arrivato qualche minuto dopo le 14.30, orario a cui si sarebbe dovuto avere il fischio d’inizio: il pallone viene portato via dalle raffiche di vento.

Come da regolamento dunque bisogna attendere 45 minuti per effettuare un’ulteriore prova sul campo, a maggior ragione che, stando a quanto riferito da persone del luogo, il vento è solito anche abbassarsi. Intanto le squadre rientrano negli spogliatoi ed i tifosi restano fuori, davanti ai cancelli, beffati dal “maltempo”. Sospesa intanto anche Olbia-Siena, gara valida per il campionato di Lega Pro, per lo stesso motivo: troppo vento, ed anche forte.

Alle 15.15, il direttore di gara ed i due capitani scendono di nuovo in campo per una verifica, ma di questa non v’è neanche bisogno, viste le evidenti difficoltà dei tre a camminare per poter raggiungere la metà campo. É dunque legittimo dichiarare ufficiale il rinvio di Budoni-Avellino; molto probabile che la gara possa essere recuperata questo 30 dicembre.

Rinviato dunque anche il nuovo esordio di mister Bucaro sulla panchina dell’Avellino; dovrà pazientare fino a mercoledì quando ritornerà a sedersi sulla panchina dei Lupi, davanti al pubblico amico. Intanto qualcosina di un eventuale effetto-Bucaro si è vista, stando almeno all’undici titolare che sulla carta sarebbe sceso in campo.

Confermato il 4-4-2 ma con qualche novità nei singoli ruoli. In porta, sarebbe stata la prima da titolare per l’unger Pizzella, che avrebbe fatto accomodare Lagomarsini in panchina. La difesa a quattro, complice anche l’assenza di Capitanio, avrebbe visto agire Dondoni accanto a capitan Morero. Sull’out sinistro, squalificato Parisi, la maglia da titolare sarebbe spettata al rientrante Mithra. A centrocampo, Di Paolantonio, catechizzato in settimana, sarebbe accomodato a bordocampo, con Gerbaudo titolare insieme a Matute. Tribuzzi a destra e Ciotola a sinistra. In avanti, inamovibile De Vena, accanto a lui ci sarebbe stato Mentana, con Sforzini costretto a sedersi ad inizio gara.

L’appuntamento è allora per mercoledì, quando l’Avellino dovrà puntare alla vittoria nella gara che lo vedrà opporsi alla Lupa Roma.