Carmine Consalvo e Rita Imperatori vincono la X Edizione del Concorso Irpinia Mia

76

TREVICO-Dagli organizzatori della X° Edizione del Concorso Irpinia Mia riceviamo e pubblichiamo:

“Si conclude la X Edizione del Concorso Irpinia Mia organizzato dall’omonima Associazione Culturale che si propone, da anni, la promozione e la valorizzazione della cultura, della storia e delle tradizioni locali, senza tralasciare di dare spazio a idee e progetti innovativi di giovani scrittori e fotografi.

I premi saranno assegnati dalle organizzatrici del Concorso, Mariangela Cioria e Patrizia Pizzulo, il 4 agosto alle ore 17.00 presso la Stazione Enogastronomica della Valle dell’Ufita (Loc. S. Antuono, Trevico), alla presenza del Sindaco di Trevico, Antonio Picari, dei sindaci della Baronia, del Direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Roma, Gerardo Lo Russo e della poetessa Agostina Spagnuolo. La manifestazione sarà coordinata da Salvatore Salvatore.

Ai vincitori, che quest’anno hanno dovuto cimentarsi con il tema della vita contadina, sarà consegnata la targa Scola,  premio assegnato a nome del famoso regista Ettore Scola, originario di Trevico.

A Rita Imperatori (MB), per la poesia “La Buona terra”, è andato il primo premio. La poesia è una dedica affettuosa a un mondo in dissoluzione espressa con una voce simile a un canto, per cadenze ritmiche e per musicalità. Il secondo premio è andato a Fulvia Marconi (AN) che ha presentato “Donna del solco”, una poesia dedicata alle contadine delle bellissime campagne italiane. Il terzo premio è andato a Rita Iacomino (PG) con “Autunno”, una poesia in cui descrive il fascino della terra, dei suoi tempi, delle sue stagioni, trasformato in sensazioni e ricordi personali.

Per la sezione fotografia, il primo premio è andato Carmine Consalvo, di Trevico, con la fotografia “Il ristoro”, seguito da Anna Maria Noto (TP) con “Trebbiatura manuale” e Rocco Lo Russo di Trevico, con “Lu pagliar’ ”.

Quest’anno la giuria ha assegnato anche due menzioni speciali che sono andate a Gennaro Ciampolillo (Fermo) con l’originale, suggestiva ed arguta poesia dialettale “Zappa…zà”, e a Michele Sisto di Sturno con “Sinestesie altirpine”, una presentazione multimediale che raccoglie circa 30 fotografie dei paesaggi rurali dell’Irpinia, accompagnate da brevi estratti poetici di commento ed un sottofondo musicale.

Chi parteciperà all’evento avrà la possibilità di ascoltare poesie di ammirare le fotografie giunte in finale, ma anche di visionare le personali delle artiste del Centro Artisti Salernitani: Elena Ostrica, Laura Bruno e Concetta Carleo, e di ascoltare musiche e canti popolari.

Tutte le opere sono state visionate da una giuria di esperti professionisti e appassionati di settore: Gerardo Lo Russo, Direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Roma; Walter Giovanniello giovane designer; Teresa Lavanga, esperta in comunicazione; la poetessa Agostina Spagnuolo; l’insegnante Anna Fusco; la specialista in bioetica Maria Paglia; l’architetto appassionato di poesie Rodolfo Vettorello.

Tutte le informazioni sulla manifestazione e sul nuovo bando, che prevede come tema Mestieri e artigianato, sono disponibili sul sito www.trevico.net.”