Cassano Irpino, un francobollo per celebrare le sorgenti dell’Acquedotto Pugliese

98

Lo scorso 15 giugno Poste Italiane ha emesso un francobollo dedicato alle sorgenti di Cassano Irpino, appartenente alla serie tematica “Patrimonio naturale e paesaggistico” e valido per la posta ordinaria. Il dentellato, del valore di 1.10 €, ritrae, sullo sfondo, un panorama del paese di Cassano e, in primo piano, la sorgente Pollentina.

Il piccolo borgo irpino, che conta poco più di 900 abitanti, lega la sua fama al fatto che sul suo territorio sono presenti numerose sorgenti tra cui Pollentina, Peschiera, Acqua del Prete e Bagno della Regina: esse alimentano ben due acquedotti, l’Alto Calore e l’Acquedotto Pugliese, assicurando acqua potabile oltre che alla regione Campania, anche ad altre aree, per lo più in Puglia e Basilicata, a rischio siccità soprattutto in particolari periodi dell’anno. Merita di essere visitata la sorgente Pollentina con la sua caratteristica cupola che aiuta a preservare la purezza delle acque evitando la dispersione dell’ossigeno che affiora in bolle in superficie.

Il sindaco di Cassano, Salvatore Vecchia, nel bollettino illustrativo dell’emissione sottolinea che dalle sorgenti di Cassano Irpino sgorgano circa 4.000 litri di acqua al secondo che, scorrendo per caduta libera e senza alcuna spinta, raggiungono Santa Maria di Leuca, nell’estrema propaggine della penisola salentina.

Doniamo con generosità alla Puglia la nostra acqua – ha affermato il Sindaco Salvatore Vecchia nel corso della presentazione del francobollo – ed è giunta l’ora di affrontare definitivamente la questione del ristoro ambientale. La Puglia è chiamata a ricambiare la generosità. La Regione Campania eviti di tenere fuori dalla questione le comunità locali. Chiederemo un tavolo nazionale presso il Ministero delle Infrastrutture affinché i territori possano ritrovare la centralità che gli è dovuta