“Sisma bonus ed efficientamento energetico”, venerdì se ne parla a Bagnoli Irpino

104

BAGNOLI IRPINO – Il “Centro Studi Giuridici ed Economici dell’Impresa Alta Irpinia” prosegue nel suo decennale impegno nello studio e attenzione verso il sistema economico irpino.

Stavolta, il Centro promuove un nuovo convegno formativo sul tema “Sisma bonus ed efficientamento energetico” per venerdì 7 luglio alle ore 15.30 presso la sala conferenze dell’Acca Software di Bagnoli Irpino.

Con questo appuntamento, il Centro Studi intende accendere i riflettori su una tematica di grande interesse non solo per le aziende ma anche per i privati: approfondire gli aspetti tecnici, giuridici ed economici dei nuovi incentivi nazionali e regionali finalizzati allo sviluppo dell’edilizia e del recupero del patrimonio storico immobiliare, nonché sull’efficientamento energetico delle imprese. Saranno dunque illustrati i nuovi strumenti normativi e di incentivazione fiscale tesi a mitigare il rischio in casi di eventi sismici, per migliorare la qualità della vita nei piccoli centri e la salvaguardia ambientale.

L’occasione è offerta dalla legge di Bilancio 2017 e dal successivo D.M.n.58 del 28.02.2017, di realizzare il più idoneo adeguamento antisismico degli edifici per assicurare la migliore prevenzione ed evitare costi sociali in termini di vittime e di incidenza sulla vita delle comunità. Inoltre sarà presentato un provvedimento su cui relazionerà il vice governatore della Regione Campania Fulvio Bonavitacola, che evidenzierà e divulgherà le attività della giunta regionale in materia di efficientamento, quali nuove opportunità per la ripresa economica del settore dell’edilizia, soprattutto per l’area interna appenninica, maggiormente soggetta agli eventi sismici.

Efficientamento energetico

Per garantire una migliore e completa divulgazione delle dinamiche tecniche, giuridiche ed economiche del provvedimento, l’associazione ha chiesto e ottenuto il sostegno di ben cinque ordini professionali, che hanno aderito all’iniziativa per garantire la massima ricaduta sul territorio. Parteciperanno infatti, con formale patrocinio, l’ordine degli architetti, degli avvocati, commercialisti, ingegneri e geometri della provincia di Avellino e sono concessi a tale proposito crediti formativi ai rispettivi iscritti (precisando che per gli ingegneri l’attestato di partecipazione varrà ai soli fini dell’autocertificazione dei Crediti Formativi Professionali annuali).

Dopo i saluti istituzionali della Presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio, sono stati invitati a relazionare Filippo De Rossi, Rettore dell’Università del Sannio; Giuseppe Saporito, della Direzione di Avellino dell’Agenzia delle Entrate; Rosario Maglio, del Centro Studi Giuridici ed Economici per l’Impresa Alta Irpinia; Fabio Della Sala, Acca Software S.p.A.; l’Architetto Angelo Verderosa, della Fondazione Italiana per la Bioarchitettura; Massimo Iapicca, Presidente Sezione Calcestruzzi e Materiali da Costruzione Confindustria Avellino. Concluderà l’On.Fulvio Bonavitacola, Vice Presidente Regione Campania.

Il coordinamento dei lavori è affidato ad Antonio Cianciulli, di Acca Software S.p.A., che in questo momento rappresenta un faro mondiale nella progettazione delle costruzioni, e la sua nuova sede è stata realizzata secondo i canoni della più avanzata bio-edilizia coniugata all’innovazione tecnologica: una testimonianza concreta dell’evoluzione edile da emulare.

L'ingresso di Acca Software, a Bagnoli Irpino
L’ingresso di Acca Software, a Bagnoli Irpino

“Continuando nel nostro impegno di contributo tecnico-professionale al territorio abbiamo pensato di focalizzare l’attenzione su un argomento che vede per la prima volta una forte attività in campo nazionale di prevenzione antisismica”- spiega il presidente dell’Associazione Raffaele Capasso. “Si tratta di un impegno concreto dello Stato, e riguarda la concessione di benefici fiscali direttamente al cittadino, tale da rendere possibili nuovi investimenti nell’edilizia, realizzando un volano per l’economia locale e nazionale. Abbiamo trovato subito l’adesione di cinque ordini professionali convolti, che ringrazio per l’attiva partecipazione all’evento; Confindustria che sarà presente con due presidenti di sezione, il mondo professionale locale, con espressioni tecniche e giuridiche; l’Agenzia Regionale delle Entrate, con le direzioni regionale e provinciale, che esporrà in maniera la propria tesi; la Regione Campania nelle massime espressioni dell’esecutivo e del consiglio, che hanno immediatamente aderito al nostro invito per testimoniare la vicinanza per le comunità e lo sviluppo delle zone interne.

In ultimo Acca Software, simbolo dell’Irpinia che esporta l’impresa nel mondo e che oggi consente ai nostri ragazzi di restare e costruire qui il proprio futuro. Un’azienda che tengo infatti a ringraziare formalmente per avere scelto di ospitare il nostro convegno e per tutto il supporto all’iniziativa. Il nostro obiettivo – conclude- è di mettere insieme più esperienze professionali di diversi settori, perché in maniera tecnica possano offrire il contributo alle istituzioni e al territorio per l’adozione delle migliori politiche di sviluppo”.

IL CENTRO STUDI GIURIDICI ED ECONOMICI DELL’IMPRESA ALTA IRPINIA

Il Centro Studi Giuridici ed Economici dell’Impresa Alta Irpinia, è una associazione nata nel 2007, con sede in Lioni, inizialmente formata da avvocati e commercialisti dell’ex Foro di Sant’Angelo dei Lombardi, che sulla scia dell’insegnamento del compianto prof. Michele Sandulli, suo Presidente Onorario, si proponeva di approfondire le tematiche relative alla crisi d’impresa.

Adeguandosi all’evoluzione delle normative in tale materia, l’associazione ha di recente modificato il proprio statuto e ragione sociale, ampliando le tematiche del proprio operato, aprendosi anche ad altre categorie professionali come quelle tecniche, ponendo sempre al centro del proprio operare l’impresa nei suoi vari aspetti, come elemento di crescita del sistema economico e sociale, focalizzando il proprio interesse su quello irpino.

Le sue numerose iniziative proposte nei dieci anni di operatività, sono sfociate in ricerche, seminari e ben 18 convegni che hanno visto 91 relatori in rappresentanza delle principali Giurisdizioni, delle Università, del mondo produttivo e delle professioni, e sempre valorizzando la collaborazione dei propri iscritti, cercando non solo di dare un contributo all’aggiornamento professionale degli avvocati, commercialisti e tecnici, ma soprattutto approfondendo le ricadute che le evoluzioni normative e giurisprudenziali potessero avere sul sistema economico locale.

Inoltre, l’Associazione, non ha mancato di coinvolgere le scuole, costruendo con gli studenti un osservatorio permanente sulla economia locale, effettuando in particolare ricerche relative agli insediamenti produttivi del cratere ed alle loro ricadute in termini sia di occupazione e di scrupolosa attenzione verso la preservazione del valore ambientale, vera risorsa del nostro territorio.

Le attività del Centro Studi mirano ad offrire un sinergico contributo di idee delle categorie professionali rappresentate, anche alle istituzioni locali, perchè con una visione più tecnica e condivisa delle problematiche

economiche e sociali del territorio, si solleciti una loro azione più coesa per risposte concrete ed efficaci.