Chef Roberto, da Cusano al Qatar ad insegnare la cucina sannita

234

Roberto De Paola è uno dei tanti ragazzi del Sannio che negli ultimi anni ha deciso di lasciare questa terra. Spesso la scelta è dettata da una necessità, il più delle volte dall’ingrata mancanza di lavoro che attanaglia i nostri luoghi.

La storia di Roberto in realtà è un po’ diversa. Roberto qui, nel Sannio, un lavoro ce l’aveva già. Da sempre coltivava la passione per la cucina, declinata con un’attenzione particolare per i profumi, i colori, i sapori e le tipicità della terra sannita. Roberto lavorava come chef, nel suo paese natale, a Cusano Mutri.

Ad un punto della propria vita, però, ha deciso di imprimere una svolta particolare alla propria esperienza lavorativa: decide di trasferirsi in Qatar e di provare ad esportare lì, in quella terra di straordinaria tradizione culinaria che è il Medio Oriente, la cucina sannita. La cucina che lo ha sempre accompagnato sin da piccolo.

Ora Roberto vive da un po’ in Qatar: “Lavoro come chef privato in Qatar ormai da 3 anni – ci dice –  ma nonostante i kilometri che mi separano dalla mia terra non dimentico mai le mie origini. Inizialmente non è stato facile intraprendere questa esperienza e trasferirmi in un posto così lontano, geograficamente e culturalmente da noi occidentali. Gli affetti, la famiglia, le passeggiate in montagna, i colori della valle, i prodotti della terra, la lingua, sono tutte cose di cui sento quotidianamente la mancanza.

Decisi, però, di accettare e cogliere questa opportunità per poter esportare la mia idea di cucina tradizionale in Medio Oriente. Dal 2013 la mia sfida è stata proprio quella di portare fuori dall’Italia i sapori e i profumi del sannio e adattarli ai gusti e alla cucina locale“.

roberto cucina

E la scelta compiuta qualche anno fa sembra proprio avergli dato ragione. Ora Roberto in Qatar è uno chef molto conosciuto ed apprezzato e la cucina sannita riscuote un successo ed una diffusione sempre crescente. “Cucinare bene è un modo per rendere omaggio alla mia terra – continua Roberto – ai prodotti ed alla tradizione sannita. I piatti che preparo mi aiutano a sentirmi a casa, mi permettono di sentire il richiamo dei luoghi in cui sono cresciuto: il profumo dei funghi, del pane appena sfornato, la passata di pomodoro appena fatta“.

In occasione della Sagra dei Funghi, che dal 23 settembre al 9 ottobre, si terrà a Cusano Mutri Roberto farà ritorno a casa. Allestirà uno stand gastronomicoPiazza Lago insieme al fratello Tiziano che con lui vive e lavora in Qatar, denominato non a caso “A piazzett'”, che avrà uno scopo ben preciso ed una parabola opposta a quella della sua partenza di tre anni fa: portare ed innestare sulla cucina tradizionale sannita una contaminazione medio – orientale.

Una storia di successo quella di Roberto. Una storia di emigrazione che stavolta riesce a fare della propria terra d’origine un elemento di valore.