Chi di vento ferisce… Pala in frantumi a Bisaccia, la denuncia del comitato Voria

96

BISACCIA – Le forti raffiche di vento che in questi giorni imperversano in Alta Irpinia avrebbero dovuto agevolare il compito per il quale sono stati installati.

E invece, addirittura neanche gli aerogeneratori sembrano in grado di reggere alla furia del vento. Come denunciato dal comitato Voria, nella giornata di oggi due pale di una macchina (che dalle immagini pare di mini eolico) sita in contrada Pedurza, a Bisaccia, hanno riportato gravissimi danni. Gravissimi, ovviamente, per la sicurezza pubblica: come si evince dalla foto, infatti, una si è “fratturata”, di fatto spezzandosi a metà. la seconda, invece, si è completamente staccata dal rotore.

“Pezzi di Kevlar (che è la fibra di cui sono composte le pale, ndr) di varie dimensioni sono piovuti dal cielo a centinaia di metri di distanza”, scrive Valeriano Monaco per nel comunicato del comitato Voria.

“L’Autorità Giudiziaria che deve controllare che la costruzione dei parchi eolici avvenga nel più sacro rispetto delle regole del libero mercato, con tonanti e monitori pronunciamenti della Corte Costituzionale – prosegue la nota -, è in grado far rispettare quell’altro sacro diritto costituzionale alla salute dei cittadini e alla pubblica e privata incolumità?

Forse – chiude Monaco – non solo i Comitati ma anche i cittadini hanno diritto ad una benché minima risposta”.