Comune di Benevento, opposizione già divisa: è Pepe contro Del Vecchio

118

BENEVENTO – Fausto Pepe, ex sindaco di Benevento e neo consigliere comunale d’opposizione del capoluogo sannita, non ha condiviso la decisione di frammentare la presenza dei nove eletti, tutti iscritti al Partito Democratico, in quattro diversi gruppi consiliari. Di seguito riportiamo le sue parole  margine della riunione tenutasi ieri sera.

“Con la riunione di questa sera – ha affermato Pepe – si aggiunge un altro pezzo al puzzle delle scelte politiche sbagliate. Non condivido la decisione di frammentare la presenza dei nove eletti, tutti iscritti al Partito Democratico, in quattro diversi gruppi consiliari. Si perderà così l’occasione di costituire il gruppo più numeroso nell’assise di palazzo Mosti e si produrrà una inutile proliferazione degli eletti nelle commissioni consiliari. E non condivido questa scelta ancorché spinta esclusivamente dalla necessità di Raffaele Del Vecchio di legittimarsi nella qualità di coordinatore dei vari gruppi, figura che non esiste ed alquanto bizzarra politicamente. Aspirazione legittima e giusta sarebbe stata quella di fare il capogruppo del Partito Democratico.

Per quanto mi riguarda – ha continuato l’ex sindaco di Benevento – in qualità di capogruppo di “Democratici-Lealtà per Benevento” trarrò la linea di azione e coordinamento del lavoro di opposizione in consiglio comunale esclusivamente dal Partito Democratico, a cui appartengo, e dalle discussioni che si terranno negli organismi deputati.

In tal senso sono rammaricato dall’aver dovuto constatare la non volontà di aggiornare la discussione di questa sera a dopo il riassetto del circolo del PD cittadino, che mi auguro avvenga il prima possibile e che ritorni a svolgere, in tempi brevi, pienamente le sue funzioni di direzione politica acquisendo la scelta di questa sera come priorità da ri-mettere in discussione” ha concluso il consigliere Pepe.