Comunità dell’Alta Irpinia, si comincia: firmato l’Accordo di Programma Quadro

196

RED. – Con la firma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è ufficialmente partita l’attività della Comunità dell’Alta Irpinia.

Mancava solo il Dicastero di via Nomentana, infatti, per rendere a tutti gli effetti operativa la Strategia dei venticinque comuni guidati dal sindaco di Nusco, Ciriaco De Mita. La notizia della firma è arrivata ieri, e ha visto l’esultanza via cinguettio del consigliere di Palazzo Chigi per la Strategia Nazionale Aree Interne, Enrico Borghi (nella foto con De Mita): ““Firme Accordo di Programma Quadro Alta Irpinia completate. Missione (quasi impossibile) compiuta!”, ha scritto Borghi.

“Adesso – ha aggiunto -, il primo passo, come redatto nell’accordo, spetta al Comune capofila (Nusco), che dovrà far partire e  coordinare attività di realizzazione degli interventi”. Insomma, da questo momento in poi la Comunità dell’Alta Irpinia è riconosciuto come organismo per l’attuazione della strategia che, dopo grandi tensioni, soprattutto iniziali, ha messo nero su bianco.