Covid19, le proposte avanzate da Maurizio Petracca

300
Covid-19
Maurizio Petracca
Il Covid 19 continua a suscitare preoccupazione, anche in considerazione dell’andamento della curva dei #contagi  che in questi giorni tende di nuovo verso l’alto. Sarebbe necessario, perciò, attivare tutti gli strumenti di prevenzione e di limitazione del contagio.
A questo proposito Maurizio Petracca, Presidente della Commissione regionale Agricoltura e candidato a consigliere regionale con il Pd, avanza una serie di #proposte al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.
«Sarebbe utile, dichiara Petracca, prevedere l’esenzione dal #ticket in base al reddito per l’effettuazione del test sierologico per il Covid-19. Sarebbe uno strumento utile per ampliare il monitoraggio su scala regionale. Inoltre sarebbe auspicabile prevedere l’esenzione totale dai ticket per coloro che hanno contratto il Covid-19.
Per velocizzare poi la somministrazione del tampone per la diagnosi del #Covid si potrebbe organizzare il servizio affidandolo, attraverso un protocollo specifico con le Asl, ai medici di base. Si potrebbero così stabilire rapporti più diretti con chi esegue il tampone e riuscire anche a ridurre i tempi di attesa per la prestazione.
Nuove modalità organizzative necessarie per uno screening capillare della popolazione regionale e con l’obiettivo di determinare comportamenti corretti e prudenti».
E’ ormai chiaro a tutti, chiude Petracca, che in sicurezza e rispettando le norme si possono evitare chiusure e divieti. E’ l’unica strada che abbiamo per conservare una condizione di normalità per le nostre vite in una fase così incerta come quella che stiamo attraversando.
covid 19
Continua, intanto, il confronto con tutte le realtà agricole irpine da parte dell’arch. Petracca, apprezzato e stimato per il lavoro svolto fino ad oggi a sostegno dell’ attività più importante per l’economia locale.

«In questi anni, dichiara Petracca, mi sono occupato di #agricoltura ed ho chiaro quanto sia importante il rapporto con l’#Europa, tematica di cui abbiamo discusso oggi. Faccio un esempio per darne l’evidenza: in Irpinia l’indennità compensativa in agricoltura è stata ed è fondamentale. Quest’anno ci siamo ritrovati di fronte alla circostanza di aver esaurito le risorse disponibili perché utilizzate negli anni precedenti. In quattro anni, praticamente, è stato distribuito, dato il numero elevato di richieste, quanto stanziato per un quinquennio. Ecco, grazie al rapporto con l’Europa, grazie al contributo di Andrea Cozzolino, con l’apporto e l’intervento del ministro Enzo Amendola, abbiamo attivato la filiera istituzionale che ci ha consentito di riportare le risorse necessarie per soddisfare le esigenze dei nostri territori. E’ la conferma di come la filiera istituzionale possa portare risultati concreti se c’è sintonia tra i vari livelli».