Cultura, a Montefusco chiude il Tommariello d’Oro, Gnerre: più forti della pioggia

156

Si chiude il “Tommariello d’oro, la  felice intuizione dell’Amministrazione comunale di Montefuso.

Una manifestazione di altissimo spessore – scrive in un comunicato il sindaco Carmine Gnerre Musto – che prende il nome proprio dall’elemento che più contraddistingue il nostro territorio e la nostra comunità, il Tommariello.

Negli anni, è divenuta la kermesse di respiro nazionale. Dodici anni di successi e attestati di stima ma anche di orgoglio e riconoscimenti per i figli illustri di questa terra: l’Irpinia.

Scienziati, professionisti di spessore internazionale, attori insigniti dei più famosi riconoscimenti, dirigenti dello Stato di altissima levatura, massime autorità militari, istituzionali e civili: tutti ieri sera ci hanno onorato della loro presenza Montefusco in Piazza Castello, nonostante le avverse condizioni meteo.

Tutti gli irpini – che hanno dato lustro alla nostra terra in Italia e nel mondo – si sono ritrovati a Montefusco, orgogliosamente, sotto la pioggia incessante ed hanno atteso pur di ritirare orgogliosamente, il premio di grande prestigio che questa comunità ha voluto loro riconoscere.

A loro oggi va il nostro saluto, il nostro plauso e la nostra gratitudine.

Purtroppo nella serata è venuto meno il momento dello spettacolo, della magia, di tante altre emozioni, dell’intrattenimento che i numerosi artisti avrebbero voluto dare, ma la pioggia era davvero troppa e le condizioni di sicurezza sul palco e soprattutto fuori dal palco non hanno consentito lo svolgimento di tutta la manifestazione che contiamo di riprendere al più presto.

Un saluto, un forte abbraccio e una immensa stretta di mano – conclude il sindaco – al grande Massimo Giletti che ha condotto in modo magistrale una serata davvero difficile dimostrando non solo la sua indiscussa professionalità ma anche il suo altissimo profilo morale e valoriale nonché il suo attaccamento alla nostra comunità.

Così il sindaco di Montefusco dott. Carmine Gnerre Musto, gli assessori e i consiglieri comunali

____________________________________________

 

GLI IRPINI ILLUSTRI PREMIATI AL TOMMARIELLO D’ORO 2018

Mario Malzoni: medico, massimo esperto in Chirurgia laparoscopica ginecologica;

Renato Carpentieri: attore insignito del David di Donatello;

Rocco Colicchio: componente del Consiglio di amministrazione della Corte dei Conti;

Carlo Sibilia: sottosegretario al Ministero dell’Interno;

Myriam Clemente: capo ufficio legale e riscossione Agenzie delle entrate Direzione regionale della Campania;

Gerardo Capozza: capo cerimoniale Palazzo Chigi;

 Giovanni Meola: direttore del dipartimento di Neurologia Policlinico San Donato Milanese.