Cusano Mutri, la Sagra dei Funghi modello virtuoso di promozione

321

CUSANO MUTRI – Sta per alzarsi il sipario sulla 38esima edizione della Sagra dei Funghi di Cusano Mutri. Anche quest’anno, dal 23 settembre al 9 ottobre, tre settimane dedicate alla promozione delle tipicità eno – gastronomiche di questo meraviglioso angolo del Sannio.

Turisti, curiosi, amanti del buon cibo e della natura attendono con ansia l’inizio di una manifestazione che ormai può essere considerata, a buon diritto, una delle più importanti dell’intero Meridione d’Italia.

Anno dopo anno la “Sagra dei Funghi” si conferma un punto di riferimento imprescindibile per la promozione delle tipicità del territorio, elemento di traino per lo sviluppo turistico non solo della comunità di Cusano Mutri, ma dell’intero comprensorio della Valle Telesina.

In sostanza la Sagra dei Funghi rappresenta ormai un modello virtuoso e consolidato di promozione turistica.

Ciò che rende questo evento unico nel suo genere, e che ne garantisce il successo, è la capacità di offrire una vera e propria “esperienza di contatto” con il territorio. Certo, il centro di gravità dell’evento è costituito dall’aspetto eno-gastronomico, ma durante i giorni della Sagra è Cusano Mutri stessa a “svelarsi” in ogni suo aspetto. Nelle sue tradizioni, nella sua storia, nel suo folklore, nell’incomparabile bellezza dei suoi paesaggi.

Questo, a nostro giudizio, il punto di forza della Sagra dei Funghi: la capacità di mettere a valore il territorio nel suo complesso, esaltandone le potenzialità in maniera sana e rispettosa.

Dunque, perchè non fare di questa manifestazione, o meglio della logica che sottende a questa manifestazione, un modello da seguire per l’intera Valle Telesina e per l’intero Sannio? Nulla di più sensato e di più facile, verrebbe da dire. In realtà le cose sono decisamente più complicate.

Il primo passo lungo questa direzione dovrebbe essere il superamento di una piccolissima ed anacronistica logica del campanile. Bisogna rendersi conto che i nostri territori possono reggere alla sfida della modernità solo in una fattiva ottica di cooperazione. Meri interessi di bottega e piccole rendite di posizione sono il principale ostacolo ad un processo di sviluppo.

Anche su questo la Sagra dei Funghi di Cusano Mutri rappresenta un esempio da seguire: la collaborazione in vista di un interesse generale deve essere più forte di ogni divisione e di ogni interesse particolare.