Cusano Mutri, Maturo: Assolutamente certo dell’esito in Cassazione

219

CUSANO MUTRI – E’ di ieri sera la notizia che la Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla Procura contro la decisione con la quale il 19 luglio dello scorso anno il Tribunale del Riesame aveva annullato l’ordinanza di custodia cautelare, e restituito i destinatari alla libertà, a carico di Giuseppe Maria Maturo (avvocati Antonio Barbieri e Marcello Severino), 53 anni, dal maggio 2014 sindaco di Cusano Mutri, e Remo Di Muzio (avvocati Giuseppe Francesco Massarelli e Patrizia Pastore), 44 anni, geometra.

Il sindaco di Cusano Mutri, Giuseppe Maria Maturo – contattato al telefono dalla nostra redazione – non nasconde la propria soddisfazione per la decisione della Cassazione.

Alla domanda “se fosse sorpreso dalla decisione della Suprema Corte“, Maturo risponde: “Al momento provo tante emozioni, ma tra queste di sicuro non c’è la sorpresa. Ero assolutamente certo che le cose sarebbero andate in questo modo.

Io, che svolgo la professione di dentista, avevo la certezza che la Cassazione avrebbe dichiarato il ricorso inammissibile dopo la pronuncia del Tribunale del Riesame. Quest’ultimo era entrato nel merito, pertanto era elementare che la Cassazione si sarebbe pronunciata in questo modo.  Piuttosto resto meravigliato del fatto che chi avrebbe dovuto sapere una cosa tanto elementare, a conti fatti non lo sapeva”.

Dopo aver ringraziato i propri avvocati per il lavoro svolto, Maturo continua: “Pian piano questa vicenda sta finalmente volgendo al termine. Del resto la verità dei fatti prima o poi diventa sempre manifesta. In questo momento il mio obiettivo è uno solo: continuare a lavorare sodo per la crescita ed il benessere di tutti i cittadini di Cusano Mutri”