Cusano Talk Festival: buona la prima. Stasera si replica

134

CUSANO – Ha preso inizio nella serata di ieri il Cusano Talk Festival. Ottima partecipazione di pubblico alla prima delle tre serata che caratterizzeranno l’edizione 2016 del Cusano Talk Festival.

Quest’anno la nota manifestazione culturale è dedicata al tema del viaggio: “Mediterraneo: Odissea tra mito e miseria”.

Dopo l’apertura della manifestazione, curata dal giornalista Enrico Cocciulillo, si è tenuto Reading Mediterraneo: “la civiltà dell’antideserto” tra Omero e Fabrizio De André a cura di Ilaria Melillo e Gianluca Orrù. Infine una degustazione culinaria, dedicata all’olio d’oliva, a cura di Antonella Orsino, Gianna De Lucia e Mary di “Fiamma&Fornelli”.

Stasera si replica. Dalle 19 alle 20 Piazza Orticelli, davanti alla Pro Loco Cusanese seduta di Musicoterapia per ragazzi diversamente abili. La musicoterapia promuove la possibilità di utilizzo dei risorse sane per i diversamente abili, al fine di favorire una efficacia comunicativa con se stessi e col mondo. A cura delle associazioni Insieme e Borgo Felice e con la collaborazione del ServizioCivile Diversabilità del Comune di Cusano Mutri.

Presente anche una mostra: “Genova – Mediterraneo e ritorno: un viaggio a disegni animati attraverso Crêuza de mä di Fabrizio De Andrè”, curata da Matteo Valenti.

Per quanto riguarda il lato dell’intrattenimento, per la seconda serata del Cusano Talk Festival saliranno sul palco di Piazza Orticelli:  La Coscienza di Zeman e a seguire Sandro Joyeux live. Dj set Wiseman dub from Jambassa