De Luca e il nuovo piano viabilità in Campania: Irpinia e Sannio non saranno trascurate

117

NAPOLI – Il Presidente della Regione Campania ha presentato stamattina il nuovo piano per affrontare il problema viabilità in Campania: Irpinia e Sannio fra le priorità.

Un miliardo e 230 milioni di fondi europei della Regione Campania, più un miliardo e 39 milioni di fondi Anas, finanziati dal ministero delle infrastrutture: sono questi i numeri del nuovo piano rivoluzionario (come lo ha definito De Luca) per affrontare l’emergenza viabilità in Campania.

Il Presidente della Regione De Luca ha parlato di “un programma gigantesco per affrontare il problema della viabilità nella Regione Campania, con l’obiettivo di rifare tutte le strade, dalle aree interne alla fascia costiera, che sono saltate. Complessivamente – ha evidenziato De Luca – abbiamo due miliardi e 300 milioni da investire per interventi strategici dal litorale Domitio ai collegamenti dei capoluoghi, dalle strade nelle aree interne, con dieci interventi di fondovalle, alla risoluzione dell’imbuto dell’A30 all’uscita Mercato San Severino e il collegamento per Reggio Calabria. Poi interverremo sulle strade saltata nel Sannio per l’alluvione e nel Cilento e, a Napoli, sull’asse mediano”.

Tre le macro-aree su cui lavorare ci saranno le aree interne, le ex zone industriali e la rete ordinaria. Il governatore, ha infatti sottolineato, come l’investire nella viabilità delle aree interne rappresenti un possibile intervento contro l’isolamento e la desertificazione; in questo contesto rientrano gli investimenti che verranno fatti per l’Irpinia (clicca qui per l’approfondimento).

Per il Sannio (clicca qui per l’approfondimento), i maggiori investimenti, verranno invece fatti sulle strade provinciali e comunali colpite dalla terribile alluvione dell’ottobre scorso.