Disfatta alle urne, Renzi rimette il mandato: Mie tutte le responsabilità, domani al Quirinale

120

ROMA – “Rimetto il mio mandato nelle mani del Capo dello Stato”.

00:22 – Il NO ha vinto. A loro le nostre congratulazioni, ma anche oneri e onori. Adesso tocca a chi ha vinto avanzare proposte sulla legge elettorale. Consegno un abbraccio forte e affettuoso, uno per uno. Non ce l’abbiamo fatta.

Mi assumo tutte le responsabilità della sconfitta. Ho perso io, non voi. Chi lotta per un’idea non può perdere. C’è rabbia, delusione, amarezza, tristezza. Ma bisogna che siate fieri di voi stessi. Io ho perso. Nella politica italiana non perde mai nessuno. Ho perso. Andiamo via, ma andiamo via senza rimorsi. L’esperienza del mio governo finisce qui. Non si può fari finta per l’ennesima volta che si resti legati alle nostre poltrone. La poltrona ce salta è la mia. Domani pomeriggio riunirò il Consiglio dei ministri e salirò al Quirinale per rassegnare le dimissioni.

Renzi ha escluso l’ipotesi di un reincarico: “Consegnerò la campanella al mio successore”.