El. Ital., Sibilia (M5S): Pugliese fugge, sì all’amministrazione controllata

91

AVELLINO – Sul nulla di fatto al Mise, dove ieri si è parlato di El. Ital., è intervenuto anche Carlo SIbilia, deputato del M5S. Riportiamo la sua nota.

“Ancora una fuga dalle proprie responsabilità. La proprietà dell’El Ital non ha messo piede nel Ministero dello Sviluppo Economico. E’ stata una mattinata concitata. I lavoratori attendevano alla prova dei fatti la proprietà, che pure stavolta ha scelto la strada più facile, l’assenza, che è anche quella della totale mancanza di responsabilità di fronte a quanti da mesi non percepiscono stipendio e hanno atteso finora che le promesse fatte nelle diverse sedi istituzionali fossero rispettate.

I problemi che vive l’azienda El Ital sono gli stessi delle varie realtà industriali che negli anni il Gruppo Pugliese ha in qualche modo acquisito, vale a dire stipendi arretrati, TFR e ferie non pagati, fondi Cometa non versati e conseguente rischio fallimento. Ad ogni modo, a parte il fatto che è inconcepibile che un parlamentare della Repubblica italiana non possa prendere parte ad una riunione che riguarda il territorio, sembra che il delegato del Gruppo abbia rappresentato la possibilità di formare una NewCo., affermando di avere già pronto un piano di rilancio industriale.

La solita minestra che si sta tentando di riscaldare anche per lo stabilimento di Avellino, ma stavolta il Mise pare abbia capito con chi ha a che fare tant’è che ha riaggiornato il tavolo al 27 novembre per vedere le carte con annessa pianificazione economico-finanziaria. Anche i vertici del Ministero hanno compreso che soldi veri, al di là delle belle parole e delle tante promesse, non ci sono né per onorare i tanti debiti pregressi né tantomeno per dare inizio ad una nuova avventura imprenditoriale. Ormai la maschera è caduta. A noi preme che i lavoratori abbiano subito quanto spetta loro di diritto e che l’El Ital vada immediatamente in amministrazione controllata. Per questo saremo sempre presenti e vigili”.