Evento sismico e incendio: Morra De Sanctis, maxi-esercitazione dei Vigili del fuoco | GALLERIA

124

MORRA DE SANCTIS – Esercitazione, ieri a Morra De Sanctis, da parte dei Vigili del fuoco di Avellino.

Nei pressi dello stabilimento Ema, i caschi rossi hanno infatti testato le tecniche di soccorso e le procedure operative da impiegare in caso di evento sismico che comporti il crollo di strutture e l’ incendio per conseguente rottura di una condotta del metano, con coinvolgimento di operai interni, appunto, alla Ema. Il tutto si è svolto grazie alla collaborazione tra il Comando dei Vigili del Fuoco di Avellino e la Prefettura.

I Vigili del Fuoco di Avellino hanno inviato sul posto per prima la squadra del distaccamento di Lioni, e poi nuclei specialistici, quali i Cinofili, TAS (topografia applicata al socorso), TPSS (trattamento di primo soccorso sanitario), SAF (speleo alpino fluviali) USAR (nucleo specializzato per la ricerca di persone sotto le macerie), Nucleo Elicotteri con elisoccorritori,UCL (unità di Comando Avanzato), e Nucleo NCP (specializzato in opere provvisionali delle strutture danneggiate dal sisma).

L’esercitazione non ha previsto il coinvolgimento della popolazione, né di altre componenti della Protezione Civile, fatta eccezione della presenza di due ambulanze del 118 che hanno simulato il trasporto di due operai traumatizzati.

I componenti del sistema di Protezione Civile hanno partecipato all’esercitazione per posti di comando, con l’attivazione del Centro di Coordinamento dei Soccorsi presso la Prefettura e del Centro di Coordinamento Comunale presso il Municipio di Morra De Sanctis. La simulazione delle operazioni di spegnimento della condotta di metano danneggiata dal crollo del capannone, ed il salvataggio dei dispersi sotto le macerie sono state personalmente seguite dal Comandante Arch. Rosa D’Eliseo.