Festa delle Forze Armate, la “Berardi” resta aperta nel ricordo di El Alamein

72

AVELLINO – “Giornata dell’Unità Nazionale e Festa delle Forze Armate”, la Caserma “Berardi” si apre al pubblico.

In occasione della ricorrenza del 4 novembre,  la Caserma “Generale Gabriele Berardi“ di Avellino, sede stanziale del 232° Reggimento Trasmissioni, come ormai da tradizione apre le porte al pubblico. Le scolaresche e i cittadini potranno visitarla liberamente il 4 novembre dalle ore 10:00 alle 13:00.

L’iniziativa promossa dallo Stato Maggiore dell’Esercito riscuote ormai da diversi anni un importante seguito e rappresenta un’opportunità offerta al personale non militare di conoscere da vicino la realtà del reparto e vuole essere un’occasione per rinnovare la vicinanza tra le Forze Armate e i cittadini per far meglio comprendere le attività svolte all’interno delle Istituzioni Militari. La partecipazione di scolaresche avellinesi è inoltre indice di ulteriore interesse nei confronti delle Forze Armate e la curiosità di scoprire le numerose attività in cui esse vengono impiegate.

I visitatori avranno la possibilità di visionare una mostra statica e di vedere da vicino alcuni dei mezzi e dei materiali in dotazione al Reggimento, e trascorreranno qualche ora “vivendo la vita militare” in modo tale da comprendere i sentimenti di collaborazione e aggregazione, il cosiddetto “Spirito di Corpo” che sono parte integrante del “modus vivendi” dell’Esercito Italiano e di tutte le Forze Armate. Nello specifico tale data rappresenta e sottolinea l’incontro tra la popolazione di Avellino e la realtà dei militari del 232° Reggimento Trasmissioni, reparto di punta dell’arma delle Trasmissioni e dell’Esercito Italiano, impiegato in tutti gli scenari di crisi nazionali ed internazionali. La giornata dedicata alle Forze Armate sarà una indubbia occasione per sottolineare quanto l’Esercito Italiano sia ogni giorno di più una grande risorsa per il Nostro Paese.

Il 4 novembre ricorre il 73* anniversario della 3^ battaglia di El Alamein, tra le più violente ed eroiche della seconda guerra mondiale. Combattuta tra il 23 ottobre e, appunto, il 4 novembre 1942, vide protagonisti i radiotelegrafisti della 232^ compagnia collegamenti che, il pomeriggio del 3 novembre, garantirono l’ultima comunicazione radio per la 132^ divisione ariete (rimasta nella storia): “Carri armati nemici fatta irruzione a Sud dell’Ariete. Con ciò Ariete accerchiata. Trovasi circa 5 chilometri Nord-Est Bir El-Abd. Carri Ariete combattono”.

Meritano di essere ricordati quei soldati che diedero una straordinaria prova di valore. Sottoposti per giorni a durissimi ed ininterrotti bombardamenti, respinsero gli attacchi di forze numericamente superiori e meglio armate, dando prova di valore.