Filo Wine Fest: a Santa Paolina un weekend all’insegna di vini DOCG e tombolo

132

Da oggi fino a domenica 30 settembre Santa Paolina, piccolo comune alle pendici della montagna di Montefusco, celebra i suoi prodotti tipici: il vino Greco e il tombolo. Al via quindi la prima edizione di Filo Wine Fest, evento fortemente voluto dalla locale amministrazione e cofinanziato dal POC Campania 2014-2020, linea strategica 2.4, “rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura”.

Sarà una tre giorni all’insegna di assaggi, degustazioni, dimostrazioni, momenti di approfondimento culturale che consentiranno di conoscere più da vicino due eccellenze irpine. Il vitigno Greco, uno dei tre marchi DOCG della provincia di Avellino insieme al Fiano e al Taurasi, fu introdotto nelle nostre terre nel I secolo a.C. dal popolo dei Pelagi provenienti dalla Tessaglia, storica regione della Grecia. Da allora prese avvio la produzione di un vino rinomato ed apprezzato già dagli antichi romani: Plinio il Vecchio ci dice che il vino Greco era così pregiato, che nei banchetti veniva versato una volta soltanto.santa paolina

Per quanto riguarda il tombolo, invece, si tratta di una particolare tecnica di ricamo che in passato era praticata e gelosamente custodita dagli ordini religiosi femminili; a partire, poi, dal XVII-XVIII secolo cominciò a fuoriuscire dai chiostri dei conventi per diffondersi anche tra le popolane. Il tombolo prevede l’utilizzo di particolari strumenti, i cosiddetti fuselli, ossia bastoncini in legno con del filo attorcigliato che consentono, grazie alle esperte ed agili mani delle merlettaie, di creare composizioni molto complesse ed articolate. Santa Paolina dal 1989 ospita anche la Scuola del Tombolo che si svolge nei mesi estivi al fine di tramandare alle nuove generazione la conoscenza di un’arte dal valore inestimabile.

Per questo ultimo weekend di settembre, dunque, appuntamento a Santa Paolina per scoprire il filo della passione che lega il tombolo con la produzione del vino Greco. Previsti anche stand gastronomici dove poter degustare gli ottimi piatti della tradizione culinaria locale preparati dagli chef della Federazione Italiana Albergatori e Ristoratori; la Pro Loco e il Forum dei Giovani del paese si occuperanno, invece, delle visite guidate e dei percorsi di approfondimento sull’arte del tombolo.