Fragneto l’Abate, l’acqua si ritira dall’area naturalistica: emerge una discarica

75

FRAGNETO L’ABATE – Un’area naturalistica diventata una discarica e venuta fuori solo per la furia dell’acqua che ha devastato il Sannio nelle scorse settimane.

E’ la scoperta fatta a Fragneto l’Abate dopo che l’acqua stessa si era ritirata. Nunziatina Palma, sindaco di Fragneto, ha ordinato lo scorso 3 novembre la chiusura dell’area naturalistica di Ponte di Reino, dopo che un ammasso di rifiuti solidi è venuto fuori in un’area che, oltretutto, non ha mai visto l’esistenza di una discarica “ufficiale”. Si tratterebbe dunque di rifiuti smaltiti illecitamente e tornati in superficie grazie alla furia dell’acqua, che ha scavato e li ha fatti riemergere.

Dopo un paio di sopralluoghi, i tecnici dell’Arpac hanno ordinato al Comune la messa in sicurezza dell’area. Le zone colpite dall’alluvione, soprattutto quelle dove vengono accatastati rifiuti, sono da quel momento sorvegliate dalla Polizia Municipale. In particolare, le zone industriali vengono tenute d’occhio, per evitare il rischio che insieme a materiale di risulta vengano smaltiti anche rifiuti pericolosi.