Frasso Telesino, rapina in un’abitazione: ragazze imbavagliate e legate. Il Sindaco: episodio gravissimo

293

FRASSO TELESINO – Sono stati momenti di vero e proprio terrore quelli vissuti nella tarda serata di ieri da una famiglia di Frasso Telesino.

Quattro malfattori incappucciati ed armati hanno fatto irruzione in un’abitazione al centro del paese. I malviventi si sono introdotti nell’abitazione, all’interno della quale vi era una ragazzina con le sue amiche.

Le ragazze sono state imbavagliate e legate, per essere poi rinchiuse in una stanza dell’abitazione. Dalle prime ricostruzioni sembra che i ladri parlassero con accento straniero.

Mentre i malfattori si accingevano a svaligiare la casa, alla porta ha bussato il padre di una delle ragazze, verosimilmente recatosi sul posto per portar via la figlia.

Agli occhi del genitori si sono, purtroppo, materializzati i rapinatori che lo hanno selvaggiamente picchiato ed immobilizzato. Trascorsi alcuni minuti, la donna che era in auto, non vedendo rientrare il marito e la figlia, si è avvicinata all’abitazione per capire cosa stesse succedendo.   Anche la donna si è trovata al cospetto dei rapinatori. Uno dei banditi l’ha colpita alla testa con il calcio della pistola. La donna si è accasciata al suolo e solo allora i rapinatori sono scappati facendo perdere le loro tracce, probabilmente a bordo di un’auto guidata da un complice.

Sul posto sono accorsi i carabinieri della Stazione e del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Cerreto Sannita.

Per il sindaco di Frasso Telesino, Di Cerbo, ” si è trattato di un episodio di una gravità assoluta”. Il sindaco ha espresso poi la propria vicinanza alle vittime della rapina e dell’aggressione.