Futsal, il Cerreto torna al successo. Nunziante: Sarà difficile ma puntiamo al secondo posto

138

CERRETO SANNITA – La Libertas Cerreto batte il San Nazzaro per 5-3 e riprende, dopo tre sconfitte di seguito, la sua marcia nelle zone alte del girone D del campionato regionale di serie D di calcio a 5.

In un palazzetto cerretese che riapriva le porte ai suoi tanti tifosi, la squadra cerretese grazie alle doppiette di Carangelo e Nunziante e al gol di Di Meola, si sbarazza di un San Nazzaro mai domo.

Partita non facile, e lo si sapeva, nonostante i molti punti in classifica che dividono le due formazioni, risultato messo in cassaforte solo a pochi minuti dallo scadere grazie alla rete di Di Meola.

Prima, la gara aveva mostrato un Cerreto sempre avanti nel punteggio e una formazione ospite che non si è mai arresa, dimostrando di non meritare la bassa posizione in graduatoria. Ancora una volta uno dei protagonisti della Libertas Cerreto è stato Giovanni Nunziante, 23 gol segnati in 12 turni ma anche tanta sostanza al servizio della squadra.

Il bomber, anche ieri, ha trascinato i suoi realizzando una doppietta (splendido il secondo gol in sforbiciata), creando occasioni e cogliendo due pali (più di 20 i legni colpiti dall’attaccante dall’inizio del torneo).

Proprio il 19enne cannoniere della Libertas Cerreto commenta così: “Dopo aver archiviato le ultime tre gare in cui abbiamo raccolto zero punti meritandone almeno 4, abbiamo ripreso a vincere contro una squadra che a dispetto della bassa classifica si è dimostrata molto buona. Non ci sono le classiche squadre materasso in questo campionato. Vogliamo disputare un girone di ritorno da protagonisti, sappiamo di avere le carte in regola per poterlo fare.

Con 12 successi in 12 gare il Limatola si sta dimostrando grandissima squadra e, con 9 punti di vantaggio sul Sandro Abate, è proiettata alla vittoria del torneo. Lo stesso Sandro Abate, che ha completato solo a dicembre la rosa, è uno squadrone: gli irpini praticano un futsal di categoria superiore, se avessero completato il roster prima forse se la sarebbero giocata fino alla fine del torneo in un avvincente duello con un grande Limatola. Noi non ci nascondiamo, anche se il Sandro Abate è qualche gradino sopra di noi in quanto ad esperienza e forza cercheremo fino alla fine della stagione regolare di arrivare secondi per disputare tutta la fase play-off in casa. Noi, il Calvi e la Campana siamo sostanzialmente sullo stesso livello anche se il campo, nel girone d’andata, forse ci ha visti leggermente superiori alle altre due. Andiamo avanti approcciando ogni gara al meglio poi vedremo dove saremo al termine della stagione regolare”.