Gesualdo, domenica il Volo dell’Angelo. Pesiri: che sia l’inizio di una vera rinascita collettiva

244

Si parte sabato 25 agosto, alle 17.00, nel palazzo Pisapia di Gesualdo dove verrà presentata l’iniziativa finanziata dalla Regione Campania nell’ambito della linea strategica “Eventi per la promozione turistica e la valorizzazione dei territori”. Seguirà il convegno sugli aspetti storici e religiosi della secolare rappresentazione in cui, ogni ultima domenica di agosto, su piazza Neviera, l’angelo e il diavolo ingaggiano una feroce disputa dialettica.

Novità sceniche, migliorie tecniche e un rinnovato brand culturale daranno nuova vita al “Volo dell’Angelo”, la storica disputa dialettica tra l’angelo e il diavolo che sarà messa in scena, a Gesualdo, domenica mattina, come da decenni, in occasione della manifestazione religiosa in onore di San Vincenzo Ferreri. L’evento si configura, inoltre, quest’anno, come l’inizio di una serie di eventi volti alla promozione turistica del territorio. L’intero progetto artistico-culturale, ammesso a finanziamento dalla Regione Campania, sarà presentato domani, alle 17.00, a Gesualdo, nella sala convegni di Palazzo Pisapia, alla presenza delle autorità civili e religiose.

Nel corso della conferenza stampa, moderata dal giornalista Pierluigi Melillo e introdotta dai saluti del sindaco, Notaio Edgardo Pesiri, sarà il direttore artistico Roberto Flammia a illustrare la proposta progettuale beneficiaria dei finanziamenti nell’ambito della linea strategica “Eventi per la promozione turistica e la valorizzazione dei territori”, a valere sulla dotazione finanziaria del POC 2014/2020. Sono previsti dibattiti, concerti e appuntamenti culturali fino al prossimo ottobre.

A seguire, Carlo Santoli, curatore scientifico dell’iniziativa, ricercatore dell’Università degli Studi di Salerno, modererà il convegno sul valore storico e religioso dell’ultracentenaria rappresentazione che si svolge ogni anno, alle 12.30, l’ultima domenica di agosto, in piazza Neviera, o meglio, nel triangolo di cielo compreso tra il castello che fu dimora del Principe Carlo Gesualdo e la Chiesa del Santissimo Rosario. Prenderanno la parola Rossano Grappone, autore di un volume sulla figura del Santo predicatore San Vincenzo Ferreri, Filippo D’Oria, docente presso l’Università Federico II di Napoli, e Padre Enzo Gaudio, parroco della Comunità gesualdina.

In quanto sindaco di Gesualdo – ha dichiarato il Notaio Edgardo Pesiri -, ho accolto con soddisfazione e orgoglio l’ammissione a finanziamento della proposta progettuale sul “Volo dell’Angelo”, la manifestazione più attesa e sentita da tutti i gesualdini. Mi auguro che questo progetto, congegnato in vista di una prospettiva funzionale allo sviluppo sociale, economico e culturale del paese, sia l’inizio di una vera rinascita collettiva.