Gesualdo, furto in esercizio pubblico: due rom denunciate dai Carabinieri

115

GESUALDO – Un portafoglio contenente 1.300 euro, un buono postale e vari documenti.

Era questo il bottino trafugato da due donne di etnia Rom, di 37 e 22 anni, all’interno di un’attività commerciale del centro di Gesualdo. Grazie ad una terza donna coinvolta, in via di identificazione, che  aveva distratto la proprietaria, le due delinquenti erano riuscite nell’intento.

I Carabinieri del Comando Stazione di Gesualdo, prontamente giunti sul posto, hanno iniziato accurate e mirate indagini e subito sono riusciti ad incastrare le due donne, entrambe censurate per analoghe fattispecie di reato, dopo aver visualizzato attentamente le immagini estrapolate dalle telecamere poste nelle immediate vicinanze dell’esercizio pubblico.

I militari dell’Arma le hanno denunciate in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, ritenendole e responsabili del reato di furto aggravato in concorso.