Guardia Sanframondi, è tutto pronto per la XXV edizione di Vinalia: si parte domani

332

In vetrina quattordici aziende vitivinicole e un’allettante proposta gastronomica presentata nei diversi angoli del centro storico. Il primo showcooking affidato agli chef: Nino Cannavale, Emilio Pompeo ed Elisa De Blasio

Con il rituale taglio del nastro, domani alle ore 18,30, nei giardini del Castello medioevale, sarà inaugurata la XXV edizione di Vinalia, evento enogastronomico proposto nel “cuore” antico di Guardia Sanframondi, cittadina del Sannio beneventano.

L’appuntamento, che quest’anno avrà per tema “Resilienza attiva”, porta la firma del Circolo Viticoltori e l’organizzazione del Comitato Vinalia, che brindano alla longevità di una manifestazione fra le più attese dell’intero panorama campano e che negli anni ha incrementato sempre il numero di appassionati e curiosi. In realtà si tratta di un’esperienza singolare che non riguarda solo quanti amano “andar per cantine”, ma un pubblico più esigente e determinato ad accorciare la distanza fra produttore e consumatore.

Sì, perché a Vinalia si possono degustare anche ottimi salumi, formaggi di qualità, taralli, i prodotti della canapa campana e una fantastica parata di prelibatezze con assaggi che non si fanno dimenticare.

Ben quattordici le aziende vitivinicole del territorio in esposizione: La Guardiense, Azienda Agricola Domenico Grillo, Azienda Agricola Sole di Pietrefitte, Bicu de Fremundi, Cantina di Solopaca, Cantina Morone, Cantine Fontanarosa, Cantine Foschini, Cantine Sebastianelli, I colli del Sannio, Masseria Vigne Vecchie, Torre Venere, Vigne di Malies e Vigne Storte.

Alle ore 21, nel Piazzale d’armi del castello medievale, si terrà il primo showcooking di questa tornata 2018. Ai… fornelli “Giacimenti Gastronomici Uniti”, ovvero gli chef Nino Cannavale, Emilio Pompeo ed Elisa De Blasio, con un menu che riguarderà: Antipasto – Tartare di Marchigiana su mousse di ricotta e lamelle di tartufo, Fiori di zucca in bianca bufalina e stracciati al tartufo (abbinato a …); Primo – Amatrice pompeiana in pecorino sannita e peperone crusco lucano (abbinato a); Secondo -, Stinco di marchigiana in tegame “pietanza del tratturo” e Mousse di patata e ricotta sannita (abbinati a …); Dolce – Dolce bufala (abbinata a…). Per prenotazioni 347 8910774.

Per chi invece preferisce deliziare il palato avventurandosi nel percorso del gusto, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Dislocati nei suggestivi angoli della cittadella medievale, infatti, si possono degustare cibi di strada (a cura delle Viticoltrici Chef de La Guardiense), panini gourmet, rustici, oppure puntare sulla cucina Vinalia (con primi e secondi della tradizione guardiese); cui si aggiungono le delizie delle torte contorte, da quest’anno ancora più buone perché realizzate in collaborazione con il laboratorio gastronomico della cooperativa sociale “I Care”, con la possibilità di approfittare dei “Calici con vista” del Lounge Bar (gestito da Officine Sannite nel giardino pensile del castello) e del Bollicine Wine bar (in Piazza Mercato).

Chi invece vuole seguire le degustazioni professionali può recarsi alla Camera del Lavoro (in Corso Umberto) per l’iniziativa curata dal Consorzio di Tutela Vini Sannio dop; mentre, per le degustazioni guidate l’appuntamento è alle ore 21 al Mary & Rosy Cafè (di Via Municipio) con Cantine Sebastianelli e, alle ore 22,15, al Terrae Maior (di Via Filippo Maria Guidi) con Cantine Foschini. Prenotare al 348 8134129.

Ma c’è di più. Il Borgo degli Artisti ospiterà anche questa edizione Vinarte, la rassegna curata dal prof. Giuseppe Leone e impreziosita da opere di pittura, scultura e fotografia, proposte da: Salvatore Vitagliano, Andrea Bove, Francesco Ciotola, Anna Rosati, Francesco Cardone, Federica Assini, Pasquale Di Cosmo, Francesco Garofano, Mariagrazia Pigna e Germana Stella, Mariano Goglia e Carmine Maffei.

Dove c’è il vino, il cibo e l’arte non poteva mancare la musica. Ben due le postazioni del Vinalia Live fest che dalle ore 22 vedranno in pedana: Eleonora Strino duo (piazza Fabio Golino) e gli Anta Banda Social Club e Maleducazione alcolica (piazza Mercato).