Il Benevento esce agli ottavi di finale della Coppa Italia

46

Ieri la sconfitta del Benevento da parte dell’Inter ha segnato la sua uscita dagli ottavi di finale della Coppa Italia

Il Benevento esce agli ottavi di finale della Coppa Italia ad opera dell’Inter che in un San Siro deserto supera i giallorossi con il punteggio di 6-2. Nonostante il punteggio pesante, il Benevento non ha affatto demeritato ed ha sciorinato anche dei bei fraseggi non finalizzati o per errore nell’ultimo passaggio, o per errore di mira e quando questa è stata buona Padelli ha compiuto il suo dovere.

Mr Bucchi nonostante la defezione di Viola schiera il consueto 3-5-2 con Montipò tra i pali Tuia, alla sua prima apparizione quest’anno, Antei e Di Chiara a formare la linea difensiva, a centrocampo hanno giostrato Letizia-Tello-Bandinelli-Buonaiuto ed Improta, in avanti Insigne ha supportato Coda. Spalletti ha risposto con il 4-2-3-1 con Padelli in porta, Versaliko-Skriniar-Ranocchia e Dalbert hanno formato la linea difensiva, davanti ad essa hanno giostrato Brozovic e Gagliardini, mentre Candreva-Lautaro Martinez e Perisic hanno supportato Icardi. Nemmeno il tempo di sistemarsi che l’arbitro concede un rigore molto volenteroso all’Inter per, secondo lui, un fallo di Antei su Candreva.

Dal dischetto Icardi trasforma. Subito dopo il Benevento potrebbe pareggiare con Tello, ma la sua deviazione viene ribattuta da Padelli e manca, poi, il tap-in vincente. Al settimo i nerazzurri raddoppiano con Candreva. Corner per l’Inter il colpo di testa di Icardi finisce sul palo e dal limite è Candreva a trovare l’angolo giusto. Al ventiduesimo destro a giro di Improta di poco alto, quindi è Insigne ad andare a colpo sicuro, ma Dalbert s’immola e riesce a deviare in angolo.

Allo scadere è lo stesso giocatore ad infilare sotto la traversa un invito di Perisic. Il tempo si chiude 3-0. Nella ripresa l’Inter si presenta con Politano al posto di Icardi ed al quarantottesimo trova il quarto goal con Martinez con un destro al volo dal limite. Il Benevento trova la rete su punizione con Insigne che con un bel sinistro lascia Padelli immobile. Al sessantanovesimo è ancora Martinez a segnare di testa su perfetto cross di Perisic che poi esce lasciando il posto a Borja Valero. I giallorossi non demordono ed accorciano ancora con Bandinelli di testa su cross di Improta. Bucchi cambia manda in campo Ricci per Coda, quindi, Billong per Tuia e Sanogo per Buonaiuto, mentre Spalletti da qualche minuto a Joao Mario che entra per Brozovic. Al novantacinquesimo il sesto goal dell’Inter con Candreva che elude Di Chiara e Billong.

Armando Giordano