Il Catania si impone di nuovo: Avellino sconfitto al “Massimino” nel recupero della prima di ritorno

24

Rinviata la vittoria per l’Avellino del 2020, ancora a secco dei tre punti. Il Catania si rivela bestia nera, dopo anche il rocambolesco risultato del girone d’andata, quando però era tutt’altra storia. Primo tempo avulso di emozioni nella prima mezz’ora, ricca invece di occasioni negli ultimi 7 minuti, con le due reti dell’1-1 con il quale si è conclusa la prima frazione, ad opera di Zullo e Curiale, che se le sono dette di santa ragione nel primo tempo. Secondo tempo quasi tutto a favore del Catania, che poi stravince con un super Sarno.

PRIMO TEMPO

  • 9′ – Curiale prova la girata mancina, ma è deviata in angolo. Sugli sviluppi, Tonti esce e abbranca la sfera.
  • 15′ – Scontro tra Curiale e Tonti in uscita: entrambi restano a terra e l’arbitro ammonisce il numero 11 dei catanesi per il fallo sull’estremo difensore irpino. Intanto è entrato Izzillo, al posto dell’infortunato Celjak.
  • 27′ – Conclusione dalla distanza di Di Paolantonio: palla fuori di oltre un metro.
  • 32′ – Super parata di Tonti su Mbende, secondo angolo consecutivo per il Catania che non porta a nulla.
  • 38′ – VANTAGGIO AVELLINO – L’Avellino può impostare un buon contropiede, con Izzillo bravissimo a dialogare con Micovschi. Sul fallo laterale seguente, fallo su Alfageme e punizione per i Lupi, che trovano il vantaggio: in mischia, Di Paolantonio pesca Zullo che trova, in due tempi, la battuta vincente ai danni di Furlan.
  • 42′ – Micovschi non riesce a servire la corrente Alfageme, sprecando un buon contropiede. Sul ribaltamento, Bertolo interviene di mano, ma dettata dalla evidente spinta ai suoi danni di Curiale. Subito reazione del Catania.
  • 44′ – PAREGGIO CATANIA – Curiale prova la girata di prima, ma Zullo si oppone. La palla però resta lì e lo stesso Devis Curiale la gira in porta col mancino.
  • 45′ – Azione fotocopia del gol, con Curiale, maestro del girare la palla spalle alla porta, dopo l’assistenza di Calapai: Zullo ancora ad opporsi in angolo.

SECONDO TEMPO

  • 45′ – Entra Rossetti, esce Bertolo.
  • 49′ – Contropiede spettacolare dell’Avellino, concluso da Izzillo con un destro che va fuori di pochissimo.
  • 52′ – Di Molfetta mette in mezzo un pallone teso che Tonti in uscita toglie dalla testa del numero 7 catanese.
  • 57′ – Di Paolantonio ci riprova da fuori, stavolta avvicinandosi di più vicino al bersaglio, rispetto all’occasione del primo tempo.
  • 60′ – Micovschi si mette in proprio e prova a battere a rete con il mancino: palla fuori non di molto.
  • 65′ – Una palla senza pretese leggermente deviata da Di Paolantonio diventa splendida per Mazzarani, ma non riesce ad impattare.
  • 70′ – Dentro Morero, fuori Izzillo.
  • 77′ – Punizione da distanza siderale da parte di Sarno, Tonti in due tempi para.
  • 81′ – Rigore per il Catania, con Morero che affossa un avversario in area, sebbene l’episodio resti molto dubbio, viste le trattenute reciproche.
  • 83′ – VANTAGGIO CATANIA – Sarno spiazza Tonti ed il Catania riesce nella rimonta. Esce De Marco ed entra Albadoro.
  • 93′ – GOL CATANIA – Sarno chiude la gara: Barisic viene murato da Tonti, poi il colpo di testa a porta vuota è facilissimo.