Il fronte anti De Blasio ha deciso la sfiducia. L’area Ricciardi si defila?

165

AVELLINO – Formalizzare la sfiducia e mandare a casa Carmine De Blasio. E’ questa la sintesi della riunione di questa mattina tra i responsabili delle aree del Partito Democratico irpino che si contrappongono all’attuale segreteria.

Una strada che segnerà, molto probabilmente, anche il destino dell’attuale sindaco di Avellino, Paolo Foti il quale, dopo aver manifestato l’intenzione di lasciare, non ha ancora avuto indicazioni dal gruppo consiliare Pd, anch’esso paralizzato dalla crisi che ha investito il partito di via Tagliamento.

Alla riunione hanno preso parte Beniamino Palmieri. per l’area che fa riferimento al deputato Luigi Famiglietti, Vanni Chieffo ed Ivo Capone. per la componente del presidente del Consiglio regionale Rosa D’Amelio, Francesco Todisco e Gianluca Festa. Mancava Toni Ricciardi la cui assenza potrebbe compromettere fortemente la raccolta delle 51 firme necessarie per dare seguito alla mozione di sfiducia nella prossima assemblea provinciale che, come rimarcato in questi giorni da più parti, necessiterà della presenza fisica, in aula, di tutti i suoi sottoscrittori.