Il Napoli si affida alle eccellenze sannite: Milik, riabilitazione nel Centro Medico del Dottor De Nicola

327

CERRETO SANNITA – L’operazione al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro è appena terminata (si spera con succeso).

Arek Milik, sfortunato centravanti polacco del Napoli, però non poteva capitare in mani migliori. Se a Villa Stuart è finito tra le mani del professor Pier Paolo Mariani, ortopedico di fama mondiale (oltre milleduecento gli sportivi operati), il post-operazione avverrà in un’altra eccellenza, stavolta sannita. Come spesso accade da molti anni a questa parte, a prendersi cura della riabilitazione dell’arto infortunato sarà il Centro Riabilitazione De Nicola di Cerreto Sannita, oltre naturalmente al Centro Tecnico di Castel Volturno.

Alfonso De Nicola, che ha assistito il giocatore in sala operatoria, è responsabile dello staff sanitario della SSC Napoli ed è alla guida di un gruppo di successo, che ha introdotto metodi innovativi nella prevenzione degli infortuni muscolari. Non a caso, negli anni scorsi gli stop ai box dei giocatori del Napoli si sono contati sulle dita di una mano. Addirittura, il lavoro dell’equipe di De Nicola prende il via dall’analisi del Dna di ciascun atleta. Nel corso degli anni, tantissimi sono stati i calciatori che si sono affidati alle cure del centro sannita. Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, sarà ora il turno di Arek Milik, attaccante che il Napoli ha acquistato per 35 milioni dall’Ajax, con la certezza – se lo augurano tutti gli sportivi e in particolare i tifosi del Napoli – che il giocatore tornerà nella splendida forma che attraversava al momento dell’infortunio.

Nella foto (dall’account Twitter della SSC Napoli), MIlik con Pier Paolo Mariani, Aurelio De Laurentiis e Alfonso De Nicola nella clinica “Villa Stuart” di Roma.