Incidente mortale A16: un lupoide ritrovato vivo

101

AVELLINO-“Tempestivamente si è attivata la macchina degli instancabili volontari che dalle ore 9.00 già cercavano fra i resti dell’incidente e sotto l’autostrada la cagnolina smarrita. Dopo varie indagini condotte dal commissario Saverio Capriglione, è emerso che l’animale aveva un proprietario, il quale era disperato perché la lupoide era scappata dal cancello insieme ai cuccioli. Allora si è incominciati a cercare anche nelle campagne vicine, ma purtroppo dell’animale nessuna traccia, ma i volontari non si sono demoralizzati ed hanno continuato a setacciare tutta la zona instancabilmente. Finchè finalmente alle ore 18.00 hanno incominciato a sentire dei guaiti sotto dei detriti più distanti, dai quali è uscito un cucciolo, per fortuna indenne. Dopo poco è arrivata la lupoide molto affaticata con gli altri due cuccioli. Immediatamente sono stati rifocillati e visitati dal veterinario della sezione che per fortuna ha attestato la buona salute dei cuccioli, solo la mamma era un po’ denutrita. Così sia i cuccioli che la loro mamma hanno potuto riabbracciare il loro padrone. Per fortuna la storia ha avuto un lieto fine, ma se i volontari avessero rinunciato dopo diverse ore, questo non sarebbe avvenuto e chi sa che cosa sarebbe successo alla povera cagnetta ed ai suoi cuccioli. Gli instancabili volontari Enpa della sezione di Avellino anche questa volta sono riusciti a creare un lieto fine, nonostante la grande amarezza per la tragedia”.

Questa la nota dell’associazione Enpa giunta alla sezione di Avellino circa una lupoide nera che insieme ai cuccioli vagava fra i resti dell’autobus caduto domenica notte nel dirupo in località Monteforte.