Incurante dei divieti, pratica pesca sportiva a San Giorgio la Molara: denunciato

90

Incurante dell’emergenza coronavirus, voleva trascorrere una giornata all’aria aperta per dedicarsi al suo hobby: la pesca sportiva. Per questa ragione un giovane di Apice è stato denunciato dai carabinieri per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità sulle misure di contenimento alla diffusione del virus.

Il ragazzo è stato sorpreso questa mattina al lago di San Giorgio la Molara, mentre era intento a pescare e a sistemare la propria attrezzatura sotto uno dei gazebo di legno presenti nell’area verde del comune sannita.

Ai militari della locale stazione che gli chiedevano in merito alla presenza sul territorio fortorino, tra l’altro proveniente da altro comune della provincia, il denunciato – che non aveva con sé un’autocertificazione – ha spiegato che, lavorando dal lunedì al venerdì, avrebbe voluto trascorrere una giornata in pieno relax praticando il suo passatempo preferito.