Giornata mondiale della Terra anche nella Valle del Sabato

169

Il Comitato Salviamo la Nostra Valle del Sabato e ISDE affronteranno il 19 maggio  il tema dell’ inquinamento ambientale e delle ricadute sanitarie

Oggi si celebra la Giornata Mondiale della Terra e la vasta copertura mediatica di cui si fa promotrice è volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della tutela dell’ambiente  in tutto il mondo.

Nata il 22 aprile 1970, allorquando in America un gruppo di  20 milioni di cittadini si mobilitò per una manifestazione a difesa della Terra poco dopo il disastro ambientale che l’anno prima era stato causato dalla fuoriuscita di petrolio dal pozzo della Union Oi al largo di Santa Barbara, in California.

Valle del sabatoCome movimento universitario, nel tempo, la Giornata della Terra è divenuta un avvenimento educativo ed informativo. I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili.

In Irpinia, nella Valle del Sabato, il Comitato ambientalista Salviamo la Nostra Valle del Sabato, con a capo il Dott. Franco Mazza, ci ricorda anche oggi: «Tutti gli uomini sono responsabili dell’Ambiente, ed in particolare i medici, lo sono due volte».

L’ART. 5 CODICE DEONTOLOGICO MEDICI  infatti dice: «Il medico è tenuto a considerare l’ambiente nel quale l’uomo vive e lavora quale determinante più importante della salute dei cittadini.
A tale fine il medico è tenuto a promuovere una cultura civile per l’utilizzo appropriato delle risorse naturali anche allo scopo di salvaguardare l’utilizzo stesso da parte delle future generazioni».

E il Dott. Mazza è un medico che pratica quotidianamente il suddetto articolo e lo fa con i cittadini della Valle del Sabato che si battono per miglior la vivibilità della loro terra.

Così il prossimo 19 maggio il Comitato unitamente all’ISDE (Associazione Medici per l’Ambiente) porterà di nuovo all’attenzione delle istituzioni locali l’ inquinamento della Valle del Sabato, affrontando le problematiche connesse alle ricadute sanitarie.

Valle del sabato

L’evento che si terrà a Manocalzati presso il castello di S. Barbato gode del  patrocinio dell’Ordine dei Medici di Avellino, dell’Asl di Avellino, dell’Azienda Ospedaliera Moscati, dell’Ordine degli Architetti di Avellino e del GAL Partenio, saranno presenti e relazioneranno medici di grande preparazione e competenza come Ferdinando Laghi, Agostino Di Ciaula e Patrizia Gentilini.