Irpinia, gli Stati Generali della Zeza mettono in scena la tradizione

180

Irpinia, ieri a Montoro la tradizione del Carnevale irpino tra momenti di studio, laboratori e rappresentazioni degli Stati Generali della Zeza

Ieri, presso lo scenografico Complesso Monumentale Corpo di Cristo a Borgo di Montoro, uno studio approfondito delle maschere e della storia del Carnevale irpino ed un assaggio di alcune rappresentazioni tipiche grazie agli “Stati Generali della Zeza”.

A condurre i due giorni dell’evento il Dott. Valerio Ricciardelli, antropologo originario di Montoro, il quale ha voluto dedicare un momento di approfondimento e di studio alla storia delle tradizioni che sottendono a ciascuna rappresentazione carnevalesca irpina.

Con il supporto del Prof. Vincenzo Esposito, di Cinzia Vigilante e di Alessia Scozzese, la platea ha potuto godere di una riscoperta dei sensi e dei significati nascosti dietro ogni maschera, di ogni oggetto transizionale, delle musiche che caratterizzano ed accomunano i carnevali irpini.

A portare in scena le proprie tradizionali rappresentazioni: La Zeza di Mercogliano, Monteforte Irpino, Capriglia Irpina e Montoro.

Esperimento riuscito per gli Stati Generali della Zeza che non si ferma qui ma che intende continuare nel sua volotà di valorizzare le rappresentazioni carnevalesche attraverso un metodo di riscoperta delle maschere e delle musiche, un progetto ad ampio respiro per i nostri territori irpini.