Irpinia Madre Contemporanea, Lina Sastri conquista Altavilla

123

ALTAVILLA IRPINA – Grande successo di pubblico per il sesto appuntamento di “Irpinia Madre Contemporanea”Lina Sastri, accompagnata dalle musiche del Notturno concertante,  conquista Altavilla Irpina.

L’ecletticità dell’artista partenopea ha dato vita ieri, nel borgo irpino, ad uno spettacolo dalle sfaccettature multiformi. Un intreccio di generi e di sentimenti come scenario della storia che ha narrato alla platea. Per l’occasione sono state scelte alcune tra le pagine più significative de “Il Marito di Elena”, celebre romanzo del 1882 che Giovanni Verga ambientò proprio sui colli di Altavilla Irpina.

La bravura della Sastri nell’arrivare al pubblico in una chiave romantica e allo stesso tempo passionale ha reso l’evento unico. Le musiche create ad hoc dal Notturno Concertante,  affermata band del rock progressive italiano, hanno contribuito a tenere viva la tensione e l’attenzione del pubblico che è riuscito a sentirsi protagonista dello storytelling ambientato all’interno del Palazzo Comitale. Un’esperienza di genere, nuova da queste parti, con un’artista tra le migliori interpreti italiane.

Lina Sastri nasce a Napoli del 1953. Tra teatro, cinema, televisione e musica, dedica la sua vita all’arte. Sul palcoscenico, tra drammaturgia classica, musical e teatro moderno, lavora con il grande Eduardo De Filippo, Giuseppe Patroni Griffi, Roberto De Simone, Francesco Rosi e molti altri. Tanti i ruoli da protagonista e i riconoscimenti, come il Premio Ubu e il Premio Curcio.

Al cinema, tra gli altri, lavora con i registi Nanni Loy, Nanni Moretti, Carlo Lizzani, Ricky Tognazzi, Giuseppe Bertolucci, Pasquale Squitieri, Giuseppe Tornatore, Woody Allen, John Turturro, Pupi Avati. La grande capacità interpretativa in ruoli da protagonista e non protagonista le vale tre David di Donatello e due Nastri d’Argento, oltre a premi, onorificenze e altre nomination in Italia e all’estero. Al suo fianco attori tra cui Giancarlo Giannini, Sergio Castellitto, Massimo Ghini, Keith Karradine, Virna Lisi, Stefania Sandrelli, Mariangela Melato, Omar Sharif, Tony Servillo, Valeria Golino, Fabrizio Bentivoglio, Luca Zingaretti, Massimo Ranieri.

Protagonista anche di molte fiction televisive, comincia con la musica per caso, cantando la colonna sonora del suo film più importante, Mi manda Picone” di Nanni Loy. Canta la musica della sua terra e negli ultimi anni gira il mondo con i suoi spettacoli in cui musica, recitazione e danza diventano un unico genere.

Da non trascurare la bravura, molto apprezzata dal pubblico, della band del Notturno Concertante, gruppo che ha all’attivo sei album e collaborazioni importanti tra cui quelle con Ray Wilson, cantante dei Genesis, Tony Pagliuca, storico tastierista delle Orme, Stefano Benni, scrittore e poeta.

Il Festival proseguirà fino a gennaio 2017 in diversi comuni dell’Irpinia con altri grandi ospiti: Marcello Sorgi, Mauro Felicori, Maurizio De Giovanni, Simon Gerald Place, Franco Roberti, Peppe Barra.