L’ Avellino a De Cesare, intanto si attende l’organigramma

161

Nella giornata di ieri il sindaco di Avellino Ciampi, ha provveduto a scegliere la miglior cordata per far ripartire il calcio ad Avellino. Ebbene, la spunta Gianandrea De Cesare, patron della Sidigas e della Scandone Avellino, dove ha battuto la concorrenza di altri manifestanti come il duo Preziosi-Marinelli, D’Agostino-Matarazzo, gruppo Improta e cordata romana. 

LA SCELTA –  Il sindaco Ciampi non ha potuto non scegliere la richiesta effettuata dal patron della Sidigas, in quanto ha spiegato le dovute motivazioni in conferenza stampa. Ho puntato su tre requisiti essenziali: esperienza, solidità economica e progetto sportivo – afferma il Sindaco e continua – De Cesare ha espresso manifestazione d’interesse con assegni circolari per 4 milioni di euro: 3.8 milioni per il budget della prossima stagione, e circa 200 mila per l’iscrizione al campionato di Serie D che sarà conclusa entro le 12 di oggi, in Figc. 

L’ORGANIZZAZIONE –  La SSD Avellino in tempi stretti creerà un organigramma tecnico-dirigenziale per ripartire alla grande. L’iscrizione garantita è in Serie D, ma non è da escludere un eventuale ripescaggio il Lega Pro e perché no il ritorno della denominazione e logo Us Avellino 1912. Da rumors apprendiamo che sarà l’Irpino Pierpaolo Marino che ricoprirà la carica di Direttore Generale. In tempi ristrettissimi bisognerà creare anche un adeguato staff tecnico e un parco calciatori. I tifosi sui social acclamano il ritorno del calciatore Pippo Viscido, invece, come tecnico si potrebbe puntare su un altro Irpino purosangue come Mister Renato Cioffi, esperto e vincitore di questa categoria.