La Libertas Cerreto mette la quinta: battuto il Pignataro Maggiore 10-2

204

CERRETO SANNITA – Quinta vittoria su 5 per la Libertas Cerreto nel girone A del campionato regionale di calcio a 5, serie D.

I cerretesi rifilano un perentorio 10-2 al Pignataro Maggiore e continuano il loro cammino a punteggio pieno in testa alla classifica, appaiati allo Sport&Vita, con 49 gol segnati e 11 subìti. Davanti a 300 spettatori entusiasti, la Libertas Cerreto, all’attacco sin dal pronti-via, impiega più della metà del primo tempo per passare in vantaggio: è Giovanni Nunziante, il bomber appena rientrato dal prestito all’Amorosi calcio, ad aprire le marcature dopo una pregevole azione di squadra e a ripetersi qualche minuto dopo.

Il capitano Armando Riccio sigla il 3-0 con cui il Cerreto incanala la gara e si va al riposo. Nella ripresa il Cerreto dilaga con una doppietta di Domenico Mazzarelli, un’altra rete di Nunziante e i gol ancora del capitano Riccio, di Giuseppe Pelosi, di Roberto Paduano (al 14′ centro personale) e di Mario Gismondi. Per il Pignataro gol di Castaldo e Cioppa. Altra spettacolare esibizione, quindi, per una Libertas Cerreto che ha prodotto palle-gol a raffica e divertito un palazzetto come sempre stracolmo.

I cerretesi, quindi, si affacciano nel migliore dei modi alle due imminenti trasferte, di mercoledì 4 a Benevento contro i Sanniti in Coppa e di sabato prossimo a Marcianise in campionato, per quello che si annuncia come un vero e proprio scontro diretto per le aspiranti alla promozione.

A fine partita, il cerretese Mario Gismondi, ancora in gol, commenta così: “Soddisfatti per questo ottimo inizio, dobbiamo continuare su questa strada senza mai abbassare la guardia. Più che una squadra siamo una famiglia, questa è la nostra forza. Ringraziamo i tifosi e io voglio dire grazie anche a mister Gennaro De Michele che l’anno scorso mi ha insegnato a giocare a calcio a 5, avendo io sempre giocato a calcio a 11.

Il giovane calcettista sannita Mario Gismondi

Anche mister Nino Meglio quest’anno sta puntando su di me, dando una sua impronta alla squadra. Non ci possiamo nascondere, inseguiamo la C2 e con questo gruppo, completato dall’arrivo di Marino Russo e dal ritorno del nostro bomber Giovanni Nunziante, ce la possiamo fare”.