La Sidigas risorge in Montenegro e torna alla vittoria: Mornar battuto con super Ragland

122

BAR – La Sidigas Avellino torna alla vittoria dopo due sconfitte casalinghe consecutive con Reggio Emilia ed OostendeI biancoverdi, sul parquet montenegrino della “Sportska Dvorana Topolica” di Antivari, passano col risultato di 67-76 sui padroni di casa del Mornar.

Gli uomini di coach Sacripanti sono trascinati alla conquista dei due punti da un super Joe Ragland (22 punti, 8 rimbalzi e 7 assist), che riscatta immediatamente l’opaca prestazione offerta contro Reggio Emilia. Ottima anche la prova di Marco Cusin (9 punti, 8 rimbalzi, ma anche due splendide stoppate) e del solito Maarten Leunen (9 punti, 5 rimbalzi e 2 assist). Discreto anche l’apporto di Fesenko sottocanestro (6 punti e 8 rimbalzi) e di Levi Randolph (per lui solo 5 punti, ma anche 4 assist). Delude ancora Obasohan.

Il Mornar prova a contrastare i biancoverdi grazie ad una superlativa prestazione della guardia Lamont Jones (28 punti) e di Octavius Ellis (19 punti e 8 rimbalzi), ma gli atleti in canotta Sidigas riescono a condurre il match per tutti e quattro i quarti. La Sidigas tira tantissimo da 3 (13 su 34 tentativi, 38%), vincendo anche la battaglia a rimbalzo sotto le plance (41 rimbalzi per la Sidigas, 33 per il Mornar).

La Scandone parte forte già nel primo quarto (21 a 26 il parziale alla fine della prima frazione di gioco) trascinata dalle triple di Ragland e Thomas. I montenegrini provano timidamente a farsi sotto nel secondo quarto, grazie ad uno scatenato Jones (38-42). Al rientro dalla pausa lunga Avellino scava il solco con ancora Joe Ragland sugli scudi (al 30′ è 51-59 per i biancoverdi). Ultimo quarto di controllo per gli uomini di Sacripanti, con qualche timido tentativo di rimonta da parte dei montenegrini.

“Abbiamo giocato un buon basket i primi minuti del match – ha affermato coach Sacripanti al termine della sfida -, ma quando sono entrati sul parquet Ellis e Jones è stato difficile difendere. Hanno iniziato a segnare sia quando ribaltavano la palla e sia in post basso nell’uno contro uno. Quando siamo rientrati dal primo periodo abbiamo cercato di giocare meglio in difesa, di chiudere l’arco a Jones e di muovere meglio la palla per prendere più tiri dall’arco.

Faccio le mie congratulazioni a Mornar perchè hanno giocato con molta intensità – ha aggiunto il tecnico biancoverde -, è una squadra dotata di molto talento e non nego che non è stato per niente facile giocare contro le loro rotazioni, si muovevano molto e hanno corso per tutto il tempo. È’ stata una partita difficile e siamo molto contenti di averla vinta, questo successo è molto importante per raggiungere il prossimo step nella Champions League.”

La Sidigas sale con questa vittoria a quota 9 punti, in testa al girone D di Fiba Basketball Champions Legaue, in attesa del big match della prossima settimana contro Tenerife al DelMauro.

TABELLINO – KK MORNAR – SIDIGAS AVELLINO 67-76
Parziali: 21-26, 17-16, 13-17, 16-17
Mornar: Hadzibegovic, Calic 3, Krstic 2, Jones 28, Radunovic M., Mijovic, Ellis 19, Vujosevic 5, Korac, Mugosa 3, Waller 4, Dickerson 3.
Avellino: Zerini 2, Ragland 22, Green 6, Esposito ne, Leunen 9, Cusin 7, Severini ne, Randolph 5, Obasohan 4, Fesenko 6, Thomas 13, Parlato ne.