La sidigas ritrova lo smalto dei giorni migliori. Dopo Cantù cade anche Sassari

164

Avellino – Settima giornata di ritorno del campionato italiano di lega basket, a far visita alla Sidigas Avellino vi è il Banco di Sardegna Sassari. Avellino sempre alla ricerca di preziosi punti salvezza e chiamata a confermare l’ottimo momento, dopo la vittoria contro Cantù; per far ciò coach Pancotto decide di iniziare la gara col seguente quintetto Dean, Biligha, Lakovic , Richardson,  Ivanov, gli risponde Sacchetti con Ignerski, T. Diener, D. Diener, Thornton, Easley.

PRIMO QUARTO.  Pronti via e sono gli ospiti a mettere dentro il primo canestro con Thornton, sul cambio di campo Ivanov ristabilisce la parità appoggiando a canestro. Alla tripla dello stesso Thornton risponde Lakovic, dopo tre minuti di gioco si è in perfetta parità con due squadre che si affrontano a viso aperto senza esclusione di colpi. La partita è bellissima, si va avanti su continui coast to coast che puntualmente finiscono con il canestro segnato per la squadra che attacca, dopo 5 minuti di gara si è sul 14 ad 13 per gli ospiti. A far rimettere il muso in avanti al lupo ci pensa Richardson che su un contropiede appoggia a canestro, a quattro minuti dalla prima pausa la Sidigas conduce per 15-14. L’Avellino cerca di piazzare l’allungo, Sassari non lo permette e risponde colpo su colpo, il primo quarto termina 24 – 20 con una tripla da metà campo messa dentro da Dragovic sul filo della sirena che fa esplodere il palazzetto.

SECONDO QUARTO. Dopo il primo mini-break, i primi due punti del secondo quarto li firma Vanuzzo (24-22), sull’azione che ne consegue, Jeremy Richardson mette dentro la tripla portando la Sidigas sul +5. Prima Thornton e poi Ignerski riavvicinano la propria squadra di un punto sotto; a riallontanare i sardi ci pensano Brown e Dragovic con due canestri da due, dopo 4 minuti di gioco del secondo quarto il punteggio è di 31-26 per i bianco verdi. Dragovic e Spinelli firmano la tripla, Sassari risponde con un canestro di Travis Diener ed una tripla di Ignerski, a quattro minuti dall’intervallo lungo la Sidigas conduce di +6 (37-31). Dopo il timeout chiamato da Sacchetti, Lakovic rientra in campo e piazza la tripla ma Sassari con Travis Diener ed Ignerski cerca di rifarsi sotto, dopo 8 minuti del secondo quarto è sempre la Sidigas a condurre per 42-34. Il secondo quarto termina con una tripla di Ivanov ed un canestro di Richardson per i bianco verdi ed un canestro da due di Easley per i sardi, si va al riposo sul 47-36.

TERZO QUARTO. Rientrati in campo, Richardson dopo 18 secondi di gioco mette dentro due tiri liberi, per lui sono già 13 i punti segnati fino ad ora (49-36). Dopo un canestro di Easley è sempre lo stesso Richardson ad appoggiare al tabellone, sale sugli scudi anche Lakovic mettendo dentro da sotto il ferro, dopo 3 minuti del terzo quarto una spumeggiante Sidigas conduce di +15 (53-38). A metà della terza frazione Hunter firma due triple di seguito e la Sidigas scappa via al massimo vantaggio di 18 punti (61-43). Dopo tre tiri liberi messi dentro dall’ex Travis Diener, Lakovic si scatena e diventa immarcabile per gli avversari, a cercar di rimettere gli ospiti in gara ci pensa la terna arbitrale con alcuni fischi discutibili, a 3 minuti dalla fine del terzo quarto il punteggio è di 63-52. Sulla tripla di Vannuzzo coach Pancotto chiama il timeout, a due minuti dal termine della terza frazione il ritorno in gara di Sassari inizia a far paura per i bianco verdi (63-55). La strigliata fa bene ai bianco verdi che, al ritorno sul parquet, tengono e pigiano di nuovo sull’accelleratore, la terza frazione termina 69-60.

QUARTO QUARTO. I primi punti dell’ultimo quarto sono una tripla firmata da Vannuzzo ed un canestro da due di Travis Diener, a svegliare i suoi ci pensa Spinelli con un canestro dalla lunga distanza. Purtroppo però, la spia della benzina per i bianco verdi inizia a segnare la riserva, in un amen Sassari si porta ad un possesso di distanza (72-69). A firmare il pareggio ci pensa un  Travis Diener scatenato. Dopo un minuto, Brown appoggia a canestro e riporta avanti i suoi (74-72). Prima Lakovic e poi Richardson riportano la Sidigas sul  +6 a 4’33” dal termine (78-72). Dopo un canestro di Brown ed uno di Ivanov, la Sidigas perde Taquan Dean per il quinto fallo personale. Si lotta sotto i ferri a due minuti dal termine è sempre la Scandone a condurre i giochi per 84-78. Gli ultimi canestri della partita sono due tiri liberi messi a segno da Hunter, la gara termina 86-78 per i bianco verdi.

TABELLINO 

SIDIGAS AVELLINO – BANCO DI SARDEGNA SASSARI:  86-78 (24-20, 47-36, 69-60, 86-78)

SIDIGAS AVELLINO: Hunter 8 , Brown 12, Biligha, Lakovic 12, Richardson 17, Spinelli 6, Ivanov 17, Tammaro, Dragovic 14, Riccio, Ronconi, Dean. All. Pancotto

BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Devecchi, Thornton 12, Ignerski 12, T. Diener 20, Sacchetti 1, D. Diener 13, Vanuzzo 12, Pinton, Di Liegro, Easley 8. All. Sacchetti