Lanusei-Avellino, le pagelle: monumentale Viscovo

48

Prova di carattere dell’Avellino, prima squadra in stagione ad espugnare il campo del Lanusei. Complice evidentemente anche un pò di fortuna, la squadra di mister Bucaro è riuscita a fare sua una gara difficile e prendersi un’iniezione di fiducia non da poco. Queste le pagelle dei Lupi.

DIFESA

VISCOVO – 7.5 – Migliore in campo. Risponde sempre presente alle telefonate di Bernardotto ed è decisivo effettuando almeno due grandi parate e parando il rigore nel recupero, tra la tensione ed i fischi, a Floris. Un signor portiere, nonostante l’età.

DIONISI – 6.5 – Dal suo lato si passa poco, sempre ottimo nelle diagonali difensive.
MORERO – S.V. – Esce dopo due minuti, si sente comunque l’assenza della sua esperienza nel reparto arretrato. Si spera di non perderlo per molto tempo.
DONDONI – 6 – Dopo l’uscita di Morero diventa capitano ed ha le sue belle gatte da pelare con un Bernardotto a tratti incontenibile. Sufficienza meritata.
PARISI – 6.5 – Attacca, difende, pressa: si è rivisto quel ragazzo meraviglia della prima parte di stagione.

CAPITANIO – 6 – Sufficienza anche per lui, senza troppi patemi d’animo. Con personalità riesce a non far rimpiangere troppo l’assenza carismatica di uno come Morero.

CENTROCAMPO

BUONO – 6 – Partita di sacrificio, vittima della velocità del primo tempo dei padroni di casa. Molto intelligentemente, tiene bene il campo e fa il suo dovere.
DI PAOLANTONIO – 6 – Sufficienza risicata per lui, viste le enormi difficoltà avute dalla squadra ad impostare, specie nella prima frazione.
DA DALT – 5.5 – Ha inciso poco in fase d’attacco, complice anche il suo impiego da mezzala per oltre 45 minuti. Nel secondo tempo, si vede di più ma niente degno di nota.

GERBAUDO – 6.5 – Entra e da quando si impossessa della regia il gioco si palesa molto più fluido. Ottimo dunque il suo impatto sulla gara da subentrato.
CARBONELLI – 6 – Torna a giocare dopo mesi di assenza. Una sufficienza di stimolo per lui, perché potrà dare molto alla causa in questo rush finale.
MATUTE – 6 – Entra ancora sull’1-0, deve metterci corsa e pressione e ci riesce discretamente. Bene anche lui dalla panchina.

ATTACCO

TRIBUZZI – 6.5 – In ombra nel primo tempo, nel secondo si vede molto di più ed il gol realizzato andando in pressione su La Gorga è simbolo della voglia della squadra di portarla a casa a tutti i costi.
DE VENA – 7 – Se la giocherebbe con Viscovo per il titolo di hombre del partido: corre, pressa, segna il rigore del vantaggio con freddezza dopo l’errore di domenica. Grande prestazione per lui oggi.
ALFAGEME – 6 – Prima partita dopo tanto tempo per lui. Bene in fase di copertura, dove si è impegnato tanto, meno in fase offensiva ma non ha avuto modo di mettersi in mostra. Ottimo l’apporto psicologico di categoria superiore che ha portato con sé il numero 21.

CIOTOLA – S.V. – Entra solo nel finale per dare altro mordente alla squadra.

ALLENATORE

BUCARO – 6.5 – Il tanto criticato 4-3-3 delle scorse settimane stavolta è stata una scelta che ha pagato ed anche caro all’Avellino, che schierandosi a specchio con il Lanusei è riuscita a contenere quanto possibile l’iniziativa dei padroni di casa.