Le dichiarazioni odierne del presidente Mauriello e del ds Musa

185

Presentato il neo-acquisto Luis Maria Alfageme, hanno preso la parola anche il ds Carlo Musa ed il presidente Mauriello nella conferenza stampa di questo tardo pomeriggio, soffermandosi specie sulle prossime mosse di mercato dell’Avellino e sulla querelle che lega la società al Comune per quanto riguarda l’utilizzo dello stadio.

DICHIARAZIONI – PRESIDENTE MAURIELLO

“Oggi presentiamo Luis, un nostro nuovo giocatore. Bucaro avrà a disposizione un nuovo elemento, per migliorare un collettivo che noi definiamo già di ottimo livello, ma per cui lavoriamo per continuare a dare nuove alternative. Da parte sua (Alfageme, ndr) c’è voglia di calarsi nella Serie D, a discapito della sua storia, con la consapevolezza di entrare a far parte di una squadra e di una famiglia. Speriamo possa dare un contributo pari al suo nome in campo”.

DICHIARAZIONI – DIRETTORE SPORTIVO MUSA

“Il presidente ha già detto tanto. Io ci tenevo in particolare a ringraziare la società perché oggi è un giorno importante in quanto arriva un giocatore di spessore al pari di quelli che già ci sono. Do il benvenuto a Luis e gli faccio un in bocca al lupo”.

BOTTA E RISPOSTA

Queste le dichiarazioni dei due dirigenti alle domande dei media e dei giornalisti.

  • Mauriello – Qualche chiarimento sulla questione stadio che si è sviluppata quest’oggi.
    • “Come sapete, giocheremo regolarmente al Partenio, perché ottemperiamo a quanto ci viene chiesto da pagare. Non capisco tutto l’allarmismo che si è creato dal punto di vista societario dell’Avellino. Gli accordi presi, e rispettati dalla società, sono di pagare mensilmente un canone. Noi siamo qui pronti a pagare come abbiamo sempre fatto dall’inizio. L’Avellino interviene inoltre anche in merito alle necessità dello stabile. Noi paghiamo stabilmente ogni mese, non c’è la necessità di una fideiussione, ma se vogliono al Comune, avranno anche quella. Voglio dire che dal Commissario c’è la massima disponibilità, presto ci sarà un tavolo tecnico. Vorrei ribadire inoltre quello che secondo me è l’errore di fondo di tirare in ballo la figura di Gianandrea De Cesare: queste sono riunioni a cui lui non partecipa, che vedono implicato me e ad altri dirigenti ma non lui. É sbagliato dunque puntare il dito contro di lui. Abbiamo pagato la rata di novembre, in settimana pagheremo quella di dicembre. Posso assicurare che non c’è alcun problema. Accordi alla lunga non ce ne sono, siamo abilitati a giocare secondo una normale dialettica”.
  • Musa – Complimenti e dettagli dell’accordo con il calciatore.
    • “Abbiamo un accordo sulla parola per l’anno prossimo, così come è accaduto per altri calciatori dell’Avellino. Posso dire dunque che c’è stato un approccio anche in ottica futura. É stata un’operazione difficile a livello burocratico, specie nei mesi scorsi, ma la trattativa andava avanti da tempo e Luis ha subito accettato la nostra corte”.
  • Mauriello – Sull’acquisto e sul mercato.
    • “Devo fare i complimenti a Carlo, per il lavoro svolto e per le condizioni in cui ha lavorato. Arrivare in una piazza come questa, dopo un’estate difficile, non è stato facile. Ha dimostrato tanta professionalità e tanta qualità, andando oltre le critiche che quotidianamente gli sono piovute addosso. Lo ringrazio sia in qualità di presidente che di tifoso dell’Avellino. Quanto alla storia, il passato è passato e spero che questi calciatori possano scrivere di nuovo quella dell’Avellino”.
  • Musa – Sul mercato prossimo dell’Avellino.
    • “Ringrazio il presidente per le belle parole. Ho ricevuto tanti atti di stima e le critiche fanno parte del lavoro. Dobbiamo vedere ancora qualcosa sul mercato, specie per quanto riguarda i 2000, pochi in rosa. Possibile un intervento sulle fasce difensive dove cerchiamo un terzino 2000 che possa alternarsi in coppia con Parisi che ha giocato finora. Ribadisco che sono comunque molto contento di tutti i ragazzi che sono qui”.