Mercogliano, le iniziative in vista del 25 novembre

93

Anche il Comune di Mercogliano si colora di arancione contro la violenza sulle donne

La Città di Mercogliano da oggi si rende promotrice di iniziative di sensibilizzazione in vista del prossimo 25 novembre, data in cui si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne designata dall’ONU.

Le iniziative che si intraprenderanno per sensibilizzare l’opinione pubblica e spingere ad agire per il cambiamento. Il colore che distingue questa giornata è l’arancione, da qui il nome di “Orange Day“.

25 novembre


A Mercogliano su iniziativa dell’Amministrazione comunale saranno installate in 5 luoghi della città (a via Matteotti, al Viale S.Modestino, a Torelli, a Capocastello e a Torrette lungo via Nazionale) 5 panchine di colore arancione, un luogo di condivisione, di contestazione, di incoraggiamento ad uscire dal silenzio, un segnale sociale che invita tutti a dire “NO ALLA VIOLENZA”.


Presso il Comune, il Centro Sociale Campanello, il Centro sociale Città a Spasso, la Scuola Media e la Piscina comunale saranno inoltre posizionate delle urne nelle quali ognuno potrà lasciare una riflessione, un pensiero, un messaggio di coraggio e speranza per tutte le donne vittime di violenze. Di queste frasi, nell’ evento del 25 novembre, ne saranno sorteggiate 5, che saranno abbinate alle 5 panchine e leggibili tramite smartphone attraverso un qr-code che sarà posizionato sulla seduta.


Lunedì 25 novembre, alle 17:30, sulle scale del palazzo della funicolare, ai piedi di Mamma Schiavona, ci sarà un momento di condivisione per parlare della problematica ed informare sugli strumenti attivi per la lotta alla violenza sulle donne, come lo sportello antiviolenza presente anche nel nostro comune. Si sorteggeranno le frasi e sarà importante la presenza dei cittadini perchè essa è testimonanzia di forza e monito per chi usa la violenza in ogni sua forma.

25 novembre
Assessore alla Politiche Sociali Elena Pagano


«La violenza sulle donne ha molti volti e va affrontata perchè non è una problematica di cui sentiamo parlare solo alla tv. Esiste e abbiamo il dovere di contrastarla – commenta l’ Assessore alle pari opportunità e sportello antiviolenza Elena Pagano – L’Amministrazione e’ in prima linea per offrire alle donne in difficoltà tutti gli strumenti per uscire dal buio e risollevarsi dall’ isolamento a cui la violenza le costringe. Il mio lavoro sarà finalizzato nel tempo a coinvolgere sempre più i cittadini, dagli adolescenti agli anziani, su questa problematica perchè è solo attraverso la conoscenza che si può coltivare una cultura del rispetto e dell’uguaglianza».