Mondial, al Mise incontro interlocutorio: rinvio al 18 novembre

100

MONTEMILETTO – Le parti si aggiornano al 18 novembre prossimo.

E’ terminato così, con una sostanziale fumata grigia, l’incontro di ieri sera al Ministero dello sviluppo economico per discutere della vertenza relativa alla Mondial Group, azienda di Montemiletto produttrice di frigoriferi, e ai 71 lavoratori che da luglio avevano interrotto le loro prestazioni per volere dell’azienda. La proprietà, rappresentata dall’ad Monico, ha evidenziato la volontà di spostare la produzione in strutture dalla grandezza più contenuta rispetto a quelle attuali (il riferimento è anche all’azienda di Alessandria), per abbattere i costi.

L’obiettivo finale è il riposizionamento dei prodotti sul mercato. Il vertice, al quale ha partecipato il capo dell’unità di crisi del Mise, Gianpiero Castano, ha visto anche la partecipazione di Agostino Frongillo, primo cittadino di Montemiletto, e di Rosa Barletta, assessore comunale al Lavoro. “La proprietà deve mettere sul tavolo i problemi – ha dichiarato la Barletta -, perché per recuperare efficienza e tagliare i costi ci vuole dialogo e consenso. Abbiamo chiesto al dottor Monico un piano dettagliato per arrivare di comune accordo ad una soluzione”.

Nel frattempo, come detto, il tavolo si è chiuso con un rinvio al 18 novembre prossimo: nel frattempo, come stabilito nei giorni scorsi, viene avviata la cassa integrazione per 12 mesi per i 71 lavoratori a rischio mobilità.