Montella, l’artista Manzi alle Gallerie degli Uffizi

45

Oggi l’artista montellese Manzi ha fatto dono del suo autoritratto alle Gallerie degli Uffizi

Il sindaco di Montella Ferruccio Capone e l’assessore alla cultura Giovanna Moscariello, hanno partecipato con orgoglio e soddisfazione alla cerimonia di donazione dell’autoritratto dell’artista Antonio Manzi alle Gallerie degli Uffizi tenutasi a Firenze nella mattinata di mercoledì 9 maggio anche in presenza delle istituzioni Toscane e della Rai data la rilevanza internazionale dell’evento.

Ho visitato nel 2017 il Museo Antonio Manzi, in occasione del decennale della fondazione, dice Eike Schmidth, direttore delle Gallerie degli Uffizi, e vi ho trovato il lavoro di un uomo tormentato e di un artista in grado di esprimersi con potenza e genuinità utilizzando le più disparate tecniche. Abbiamo accettato con piacere il dono dell’artista Manzi che va ad allargare la collezione degli autoritratti iniziata dal cardinal Leopoldo de’ Medici. Ho preteso, conclude il direttore, che il Maestro Manzi entrasse in questo Museo da vivo, uno dei pochissimi ad averne il privilegio”.

L’artista, nato a Montella nel 1953, ma trasferitosi in Toscana nel 1957, si è detto molto contento della presenza delle istituzioni montellesi ed ha ringraziato di rimando l’intera cittadinanza per le tante dimostrazioni di affetto riportategli.

Montella

Antonio Manzi, non ha mai dimenticato le sue origini. Gli vanno riconosciute, infatti, due tra le opere più importanti presenti sul territorio montellese e precisamente sul Santuario del SS. Salvatore. Nel 2004 infatti ha realizzato il “Monumento all’emigrante” opera in bronzo alta cinque metri circa che era stato preceduta della realizzazione delle due monumentali porte in bronzo della Chiesa.

Il Sindaco Capone e l’assessore Moscariello, a nome dell’intera collettività, hanno donato al maestro una pergamena di riconoscenza al merito contenente l’invito per la consegna delle chiavi della città e la cittadinanza onoraria da svolgersi il prossimo Agosto a Montella, come segno distintivo di apprezzamento e riconoscenza.