Non è finita: 2-1 alla Lupa Roma e Avellino a meno due dal Lanusei

129

Tanta sofferenza ma alla fine contano i risultati: l’Avellino batte con difficoltà la Lupa Roma, con il punteggio di 2-1. Una giornata piena di gioia, perché il Lanusei perde di misura in quel di Trastevere ed allora è ancora di più lecito sperare, con i Lupi che distano, a due gare dal termine, soltanto due punti dalla vetta.

FORMAZIONE

Alfageme era stato convocato, ma novità dell’ultimo minuto, non riesce neanche ad andare un panchina. Attacco affidato al duo Sforzini-De Vena. Centrocampo confermato per intero, reparto difensivo che assiste al ritorno dalla squalifica di Morero e Parisi. Tra i pali, inamovibile Viscovo.

Avellino, Lupa Roma, Formazione

PRIMO TEMPO

  • 5′ – Sforzini prova a girarla di testa verso la porta avversaria su rimessa lunga di Betti: debole e facile per Reali.
  • 8′ – Cross a giro sul secondo palo, Tribuzzi ci prova calciando al volo ma Reali risponde presente.
  • 14′ – VANTAGGIO AVELLINO – Punizione di Di Paolantonio insidiosa; tra qualche tocco alla fine spunta quasi sulla linea di porta capitan Morero che insacca con un colpo di tacco molto scolastico. Avellino meritatamente in vantaggio.
  • 17′ – Mastromattei prova la girata sottomisura ma Viscovo d’istinto salva la porta, subendo poi un paio di falli: Avellino che mantiene il vantaggio.
  • 20′ – RADDOPPIO AVELLINO – Buon movimento di De Vena e Sforzini ad allargare le maglie dei centrali romani; uno spazio in cui si infila Franco Da Dalt, il quale si costruisce la rete da solo, palla al piede e calciando poi dal limite, insaccando alle spalle di Reali.
  • 23′ – Cross di Perrotti, Morero salva sulla linea.
  • 32′ – Conclusione di controbalzo di Matute: para Reali.
  • 36′ – Altro cross dalla sinistra, altro salvataggio di Morero che salva baracca e burattini biancoverdi.
  • 45′ – GOL LUPA ROMA – Preziosismo stratosferico di Alonzi: Dionisi dribblato senza se e senza ma, Betti bevuto in un fazzoletto e destro sul secondo palo che buca Viscovo.

Bene l’Avellino del primo tempo, sempre con il pallino del gioco in mano, salvo qualche occasione, prontamente sventata, ed il gol di Alonzi, un capolavoro di tecnica personale. Per quanto riguarda gli uomini, molto in ombra De Vena mentre Morero giganteggia in fase difensiva.

SECONDO TEMPO

  • Primo cambio per i Lupi: fuori Di Paolantonio, un pò avulso dal gioco oggi, e dentro Gerbaudo
  • 11′ – Altro cambio: dentro Mentana, fuori Sforzini.
  • 17′ – Viscovo va a raccogliere farfalle in uscita su un cross: Mastromattei non inquadra la porta.
  • 20′ – Ciotola in contropiede prova a calciare quasi in sur place sul secondo palo: fuori non di molto.

Avellino leggermente in calo sotto l’aspetto della tenuta fisica, la Lupa Roma prova dunque a lavorare ai fianchi nel cercare il pari.

  • 25′ – Tribuzzi si mette in proprio e dopo due dribbling prova a calciare, ignorando Mentana e De Vena solissimi in area di rigore.
  • 26′ – Matute recupera palla e verticalizza col contagiri per De Vena che include alto di destro: una conclusione che rispecchia il suo calo fisico e forse psicologico in questo finale di stagione.
  • Fuori De Vena, dentro Buono.

Partita completante calata di ritmo. Molto spezzettata e davvero povera di occasioni.

  • 43′ – Punizione dal limite di Anzili: barriera piena colpita dal numero 10 di casa e Avellino che può tirare un gran sospiro di sollievo.
  • 45′ – Reali combina un disastro e consegna a Mentana il pallone del KO: il numero 9 però colpisce l’unico calciatore che gli si opponeva.
  • Cinque minuti di recupero al termine dei quali non accade null’altro se non un recupero di tre punti ai danni del Lanusei, sconfitto quest’oggi a Trastevere.