ESCLUSIVA | Nuova pianificazione del territorio, il consiglio a ventidue si terrà a Lacedonia

285

LACEDONIA – Sarà Lacedonia ad ospitare il consiglio comunale allargato che dovrà discutere e votare un deliberato comune.

L’assise si terrà domenica 18 settembre alle 16 presso il Teatro Comunale di Lacedonia e avrà come unico punto all’ordine del giorno il seguente oggetto: “Deliberazione collegiale dei comuni dell’Alta Irpinia in merito allo sviluppo selvaggio dell’eolico: applicazione della moratoria regionale ex art. 15 l. r. n.6 del 5 aprile 2016 e partecipazione al tavolo tecnico regionale sul Pear”. Obiettivo, dunque, sarà quello di fornire indicazioni precise in vista della redazione del nuovo Piano energetico ambientale regionale.

Insediamenti eolici alle spalle di Lacedonia
Insediamenti eolici alle spalle di Lacedonia

Come previsto dall’articolo 15, infatti, nei centottanta giorni di moratoria (che scadono il 6 ottobre prossimo), è compito della Giunta regionale individuare in una delibera le zone non idonee alla realizzazione di nuovi insediamenti eolici. La delibera sarà evidentemente recepita dalla commissione regionale che redigerà il Pear. Sul punto, dopo alcune titubanze iniziali, sembra che la quasi totalità del consiglio comunale di Lacedonia abbia voluto imprimere un’accelerata. Se il primo cittadino Antonio Di Conza ha inteso provare ad allargare la seduta agli stessi ventidue consigli presenti nell’assemblea di Bisaccia del 29 ottobre scorso (estendendo l’invito anche al coordinamento dei comitati), anche dalla minoranza sono giunti degli stimoli in tal senso, attraverso la richiesta di una integrazione all’ordine del giorno (“Tavolo tecnico regionale sul P.E.A.R.: individuazione arre non idonee per ulteriori insediamenti”) alla seduta consiliare del 9 agosto scorso, dove fu deliberata la richiesta alla settima Commissione (Ambiente, Energia, Protezione civile) di partecipazione al tavolo tecnico.

Restano tuttavia da verificare le singole prese di posizione sul tema, tanto all’interno della maggioranza quanto della minoranza.