Omi, da lunedì 15 contratto di solidarietà per 53 addetti su 74

231

LACEDONIA – Soltanto dieci giorni fa la Regione Campania annunciava (leggi qui) la necessità di forti investimenti nella filiera dell’aerospazio.

E invece, ecco che uno dei fiori all’occhiello del comparto, la Omi di Lacedonia, si vede costretta a ricorrere a un nuovo ammortizzatore sociale, dopo la cassa integrazione durata alcuni mesi e terminata lo scorso 15 aprile.

Difatti, scatterà dopodomani, lunedì 15 maggio, il contratto di solidarietà per 53 dei 74 addetti delle Officine Meccaniche Irpine, azienda nata nel dopo terremoto e stabilmente operativa presso l’area Asi di Calaggio. La misura ha la durata di un anno e prevede il dimezzamento dell’orario di lavoro e, naturalmente, del salario. Una parte della restante metà dello stipendio sarà invece corrisposta dall’Inps. A fare la differenza, evidentemente, la diminuzione delle commesse.

Come detto, sono 53 su 74 gli addetti interessati: gli altri – manutentori, collaudatori e alcuni impiegati impegnati in determinati lavori – vengono esclusi perché a essi la proprietà ha chiesto una presenza costante.